Tg Scuola - edizione dell'8 marzo 2019

Tg Scuola – edizione dell’8 marzo 2019

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

L’IC Sinopoli a lezione d’Europa
C’è un’età per avvicinarsi ai temi della cittadinanza europea? Non per i docenti dell’istituto comprensivo ‘Sinopoli’ di Roma, a cui è stato presentato il progetto ‘Laboratorio Europa’, un percorso di avvicinamento ai temi dell’Unione dedicato ai giovani studenti della scuola secondaria di primo grado. Per la scuola educare all’Europa e alla cittadinanza è fondamentale” ed è per questo che, alle porte delle elezioni, si è sviluppato un percorso che, attraverso il gioco, accompagnerà i ragazzi ai valori di giustizia ed equità promossi dall’unione europea. Per i ragazzi delle prime e delle seconde si utilizzerà il linguaggio del teatro dei burattini per spiegare i temi della cittadinanza europea. Due ore di lezione-spettacolo animate dal burattinaio Mauro Sarzi. I ragazzi delle terze, invece, saranno protagonisti di un gioco di ruolo sui vari organismi istituzionali europei, per capire qual e’ l’iter di una legge. Tutto si concluderà in un evento unico che raggrupperà tutti gli studenti ma anche i cittadini del territorio.

Gli studenti di Campomorone incontrano Mattarella
Come si diventa politici? Samuele, tredici anni, lo ha chiesto ad un interlocutore particolare, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha incontrato una delegazione delle scuole superiori di primo grado provenienti da tutta Italia. Più di duecento i ragazzi che hanno avuto la possibilità di visitare il Quirinale e avere un colloquio con il suo celebre inquilino, in un’ora di dialogo che ha soddisfatto tutte le curiosità degli studenti. Tra loro, anche la classe 3D della scuola media Alice Noli dell’istituto comprensivo di Campomorone, la scuola genovese che nell’arco di pochi mesi ha subìto due gravi perdite tra i suoi studenti. Una storia particolare che ha colpito anche il Presidente, molto vicino alle problematiche di Genova dopo il crollo del Ponte Morandi.

Carnevale sociale, a Napoli e Palermo bambini protagonisti
Dal quartiere Sanità a Napoli al quartiere Noce a Palermo. Sono stati i bambini e i ragazzi delle scuole delle due zone a sfilare per le strade in occasione del carnevale. Due manifestazioni che hanno mandato un messaggio importante: difendere i diritti, valorizzare le differenze e riappropriarsi degli spazi comuni. Due quartieri ‘difficili’ dove la scuola svolge un ruolo fondamentale nella promozione dell’inclusione e del contrasto all’illegalità.

Ics e Federscherma premiano eccellenze
Un progetto per premiare le eccellenze in pedana ma anche tra i banchi di scuola e nelle aule di università. Si chiama ‘Incentivazione allo studio’ ed è stato messo a punto dall’Istituto per il Credito sportivo e dalla Federazione italiana scherma, uniti al fianco degli atleti per aiutarli a trovare un equilibrio tra l’impegno sportivo e quello scolastico: l’iniziativa prevede infatti l’assegnazione di un riconoscimento e di un sostegno economico per la formazione parallela ai risultati agonistici. I riconoscimenti saranno assegnati attraverso un meccanismo di media ponderata tra i risultati sportivi e il ranking della stagione agonistica 2018/2019. La somma totale messa a disposizione è di 20mila euro, confermata per il secondo anno consecutivo, e ripartita in varie fasce di contributo. “La nostra missione è cercare di trasformarci da una semplice banca in qualcosa di più: lo sport non è solo vincere medaglie ma aiutare a crescere gli atleti e prepararli alla vita”, ha spiegato il presidente dell’Ics, Andrea Abodi. Presenti come testimonial Bebe Vio e Daniele Garozzo.


 

Dalle scuole:

Liceo Tasso di Roma
Circa venti scuole riunite nel liceo per il convegno dedicato ad approfondire la nuova normativa sulla privacy.

Liceo Volta di Milano
Studenti protagonisti del progetto ‘ColorAid’ per la riqualificazione del Centro Diurno Disabili Cherasco di Milano, un luogo che accoglie persone con disabilità gravi.

Istituto Leonardo Da Vinci di Maccarese
La comunità scolastica reagisce alla scritta antisemita: “Anna Frank appartiene al Leonardo ed occupa un posto speciale nel cuore degli studenti e degli insegnanti”.

Liceo D’Oria di Genova
Gli studenti hanno partecipato alla manifestazione contro tutte le discriminazioni organizzata per le strade della città per dire no ai pregiudizi e ribadire l’importanza dell’articolo 3 della costituzione.

 
 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it