A Bologna la finale delle Romanae Disputationes

La giornata conclusiva tra studenti, docenti e filosofi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Un auditorium pieno di ragazzi da tutta Italia che applaudono, fanno il tifo, protestano: sono gli ‘age contra’ in cui si sono sfidati migliaia di studenti ieri e oggi,per il concorso di filosofia Romanae Disputationes.

La sesta edizione, quella di quest’anno, dedicata al desiderio, si e’ conclusa oggi all’Alma Mater Studiorum di Bologna con le sfide finali, le premiazioni e alcuni workshop e interventi da parte dei professori Carmelo Vigna (universita’ Ca’ Foscari di Venezia) e Costantino Esposito (universita’ di Bari).

Tesine e video presentati da studenti junior e senior ma anche vere e proprie battaglie di dibattito filosofico, le ‘Age contra’in cui i gruppi si sono affrontati davanti a una platea di centinaia di coetanei, oltre a docenti e filosofi.

Il tema del desiderio ha dato lo spunto per affrontare argomenti come le relazioni, la speranza, l’amore, gli incontri, l’altro diverso da noi.

La proclamazione dei vincitori per le varie categorie ha visto sul podio il liceo Tassoni di Modena per le sfide ‘Age contra’,categoria junior; mentre per i senior ha vinto il liceo Rinaldo Corso di Correggio. Per le tesine e i video le scuole vincitrici sono il liceo Ciceri di Como, il liceo Copernico di Brescia, il liceo San Raffaele di Milano e il liceo Luzzago di Brescia.

Adolescenti in tuta, jeans e scarpe da tennis, come tutti glialtri, ma che padroneggiano Kant, Cartesio, Freud e Hannah Arendt e sanno argomentare a favore o contro, per esempio, la natura sociale o innata del desiderio di trascendenza nell’essere umano.A chiusura dell’evento Marco Ferrari, direttore di ToKalon e ideatore del progetto, ha invitato i giovani a scrivere una lettera alla direzione di Romanae Disputationes, con scritto che cos’e’ per loro il desiderio, che desideri hanno e che possibilita’ vedono per il loro desiderio, a partire da un’esperienza vissuta.

Le lettere che arriveranno entro il 30marzo saranno raccolte ed edite in un volume entro l’estate.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it