Una Barbie per Elisa: Mattel celebra le donne italiane

Una Barbie per Elisa: Mattel celebra le donne italiane

In occasione del suo sessantesimo anniversario, il brand celebra a livello globale la più ampia scala di modelli femminili
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Mattel ha dato il via in tutto il mondo alle celebrazioni per il 60° anniversario di Barbie, la fashion doll più famosa al mondo ideata per ispirare il potenziale infinito che c’è in ogni bambina e anche la filiale italiana è pronta a presentare i Role Model italiani!

In occasione del suo sessantesimo anniversario, il brand celebra a livello globale la più ampia scala di modelli femminili, donne che provengono da contesti e settori diversi e che rompono gli schemi diventando una fonte di ispirazione per la prossima generazione di donne.

Le personalità italiane che verranno onorate nella prima parte dell’anno sono:

ELISA TOFFOLICANTAUTRICE, POLISTRUMENTISTA E PRODUTTRICE MUSICALE

Elisa, all’anagrafe Elisa Toffoli, nasce il 19 dicembre 1977 a Trieste e cresce a Monfalcone (GO).

Fin da piccola manifesta interesse verso varie forme d’arte, dalla danza, alla pittura, alla scrittura di brevi racconti ma è nella musica che il suo talento trova il modo naturale di esprimersi e già all’età di undici anni inizia a scrivere i primi testi e le prime melodie.

Durante l’adolescenza le esperienze in studio come corista, le serate al pianobar, e quelle nei locali con le prime band, le permettono di pagarsi le lezioni di pianoforte e di dizione perché la passione per la musica è forte e la voglia di condividerla diventa un desiderio bruciante.

All’età di sedici anni un suo demo viene consegnato all’etichetta “Sugar Music” che ne intuisce il potenziale e offre ad Elisa un contratto discografico. Nel 1997, viene pubblicato l’album d’esordio dal titolo “Pipes & Flowers”, “tubi e fiori”.  Il 15 ottobre del 2013 esce “L’anima vola”, l’ottavo lavoro in studio di Elisa e primo lavoro completamente in italiano. “Diari aperti”, l’album più recente, pubblicato il 26 ottobre 2018, è stato certificato Disco di Platino, e i suoi primi singoli sono al vertice delle classifiche radiofoniche.

In Italia ha ottenuto tutti i principali premi e riconoscimenti in ambito musicale: dal Festival di Sanremo nel 2001 con il brano Luce (Tramonti a Nord Est), grazie al quale conquistò sei premi, incluso il primo posto nella categoria Big, alla Targa Tenco; da due Premi Lunezia a 15 Italian Wind Music Awards; dal Festivalbar al Nastro d’argento; oltre ad un MTV Europe Music Award e un Premio Regia Televisiva. La sua voce ha incantato registi come Quentin Tarantino e Tim Burton che l’hanno voluta nella colonna sonora dei loro film (“Django Unchained” e “Dumbo” targato Disney).

Elisa ha così commentato l’iniziativa “Questo progetto per me è molto importante ed è un onore far parte di un qualcosa di così iconico; spero di motivare tante giovani ragazze nel loro futuro e nella loro vita. Il consiglio che voglio dare alle bambine è quello di cercare dentro di sé la scintilla che accende le passioni, capire ciò che amano veramente e impegnarsi tantissimo per raggiungerlo, perchè lavorare sodo nella vita ripaga sempre”.

ROSANNA MARZIALE

 

Con la Stella Michelin del suo ristorante Le Colonne di Caserta, la chef Rosanna Marziale fa parte della generazione di chef donne che sta rivoluzionando l’alta cucina. Ha imparato a cucinare giovanissima nel ristorante di famiglia. Campana DOC, prende spunto per la sua cucina ispirata alla tradizione locale dalle preziose materie prime del territorio. Testa, cuore, passione e creatività le hanno fatto meritare la stella Michelin nel 2013.

E’ ambasciatrice nel mondo della mozzarella di bufala campana DOP e da oggi fa parte del programma Shero di Barbie, diventando modello di ruolo e ispirazione per le bambine che desiderano intraprendere la carriera di chef. “E’ una grande emozione per me essere di modello e ispirazione per le future generazioni di chef” afferma Rosanna Marziale “io stessa ho iniziato da giovanissima. Mi sono concentrata sin dall’inizio su quale passione mi faceva battere il cuore e l’ho trovata: la ristorazione è per me una vera missione. A chi sogna di diventare chef direi di perseguire il proprio obiettivo con grande passione e creatività. Solo così le bambine potranno realizzare i propri sogni e diventare ciò che hanno sempre desiderato. Passione, cuore, impegno e fatica faranno di una bambina che sogna ai fornelli una chef felice e di successo”.

ALBERTA FERRETTISTILISTA

 Alberta Ferretti è sinonimo di stile, femminilità, eleganza e sensualità.

La sua passione per la moda inizia in età giovanissima tra le stoffe e i tessuti nella boutique della madre. Nel 1980, con il fratello Massimo Ferretti, fonda l’azienda Aeffe S.p.A. e l’anno seguente debutta ufficialmente sulle passerelle milanesi inaugurando una carriera ricca di riconoscimenti personali, stilistici e imprenditoriali.

In pochi anni il successo diventa planetario e sono innumerevoli le celebrities che scelgono di indossare i suoi iconici abiti da sera in occasione degli eventi più esclusivi consacrandola come la regina del glamour.

Alberta Ferretti è oggi uno dei nomi più importanti e rappresentativi della moda italiana nel mondo, interprete del desiderio di bellezza, fascino e personalità delle donne.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it