Coez è l'autore dei cartelloni apparsi a Roma e Milano: annunciavano il nuovo album

Coez è l’autore dei cartelloni misteriosi apparsi a Roma e Milano: annunciavano il nuovo album

Disponibile dal 29 marzo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È sempre bello sapere che Coez torna con nuova musica. Dopo settimane di silenzio, il cantautore ha annunciato l’uscita, per Carosello Records, del suo nuovo album, “È sempre bello”. Data da segnare in calendario: 29 marzo

Gli indizi sull’uscita del disco erano sparsi in giro per Roma e Milano. Coez, infatti, si è rivelato l’autore delle frasi anonime che da febbraio hanno invaso i muri, le strade, le fermate e i mezzi pubblici delle due città.

Una vera guerrilla urbana. È così che sono apparsi cartelloni con scritte di ogni genere: “L’amore come va?”, “Non basta un elastico per tenerci insieme”, “Vorrei fosse domenica”, “Siamo in isolamento ma con un’isola dentro”. Veri e propri slogan che Coez ha scelto tra i versi delle sue canzoni, per fare vivere il suo album ancora prima dell’uscita, portandolo nelle strade delle città.

“Ho sempre pensato che l’album È SEMPRE BELLO fosse di tutti e che potesse iniziare a vivere da subito nelle strade, sui muri, sui mezzi pubblici – ha detto Coez-. Volevo che un’idea diventasse reale, prendendo forma prima di tutto tra la gente”.

È SEMPRE BELLO contiene 10 tracce ed è il quinto album di Coez, che quest’anno festeggia dieci anni di carriera solista, con 20 dischi di platino già all’attivo. La titletrack del nuovo disco è il singolo attualmente in rotazione, già certificato platino.

L’album arriva a un anno e mezzo di distanza dal disco dei record FACCIO UN CASINO (doppio platino), che ha segnato il suo ingresso a pieno titolo nella storia dello streaming e della discografia italiana, e la svolta nel percorso di un artista che, con i suoi claim e la sua scrittura ha dato il via in Italia a un genere crossover tra rap e pop, con cui ha dominato le classifiche, diventando portavoce della sua generazione e simbolo del nuovo cantautorato italiano.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it