Agag: "Formula E vicino a giovani, è come videogioco"

Agag: “Formula E vicino a giovani, è come videogioco”

L'intervista al presidente e fondatore
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “I ragazzi sono attratti dalla Formula E perché è uno sport diverso, è più vicino ai giovani che vogliono vedere cose veloci anche sul loro telefonino. Ha un elemento di videogioco legato ad una vera gara“. Sono le parole di Alejandro Agag presidente e fondatore della Formula E intervistato dalla Dire in occasione della presentazione oggi in Campidoglio, insieme alla sindaca Virginia Raggi, la seconda edizione dell’E-Prix di Roma.

La tappa si disputerà il prossimo 13 aprile e ospiterà 35mila spettatori che vedranno sfrecciare i bolidi elettrici sul circuito cittadino dell’Eur. Il campionato, cominciato a settembre, sta attirando milioni di persone, soprattutto i giovani. In pista si sfideranno 11 team e 22 piloti, con l’ultimo arrivo del campione Felipe Massa. Le vetture saranno di nuova generazione e vantano un sensibile aumento delle prestazioni che consentiranno alle monoposto di completare l’intera gara senza effettuare pit-stop.

Il campionato ha una crescita fortissima e c’è tanto spettacolo– ha proseguito Agag- e questo ha contribuito all’adesione di nuove case automobilistiche che sviluppano nuove tecnologie per il perfezionamento dei veicoli elettrici“. Per gli organizzatori, la Formula E è più di una gara, è il passaggio verso la mobilità sostenibile su scala globale per migliorare la vivibilità delle città.

Frongia: “Venerdì grande giornata, spettacolo assicurato”


La festa romana per l’arrivo della Formula E, sul circuito cittadino dell’Eur, comincia con sei giorni di anticipo. È questa la novità che precede la gara in programma domenica 13 aprile. A partire da lunedì 8 le iniziative coinvolgeranno tutto il quartiere e in particolare viale Europa che sarà teatro di una due giorni di intrattenimento. “Venerdì sarà un giorno all’insegna dello sport, del sociale e del divertimento- assicura Daniele Frongia, assessore allo sport, politiche giovanili e grandi eventi del comune di Roma- aperto e gratuito a tutti i cittadini. Ci sarà anche un concerto serale e tre grandi partite di basket, hockey e rugby in carrozzina, con campioni e squadre romane delle quali noi siamo particolarmente orgogliosi ed è un progetto realizzato grazie al contributo del Comitato italiano paralimpico”. Altra novità di quest’anno sarà la ‘E-Parade’ che permetterà, a chiunque si presenti con un mezzo eco-sostenibile, di provare il brivido di guidare sul circuito di gara. I cittadini potranno usufruire di diversi servizi e vivere da vicino le emozioni dei preparativi, partecipando a diverse attività di intrattenimento.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it