Ho avuto un rapporto non protetto, e ho un ritardo...

Ho avuto un rapporto non protetto, e ho un ritardo…

Buonasera,
tutto è iniziato a fine ottobre dove per qualche settimana soffrivo di
svenimento e forte dolore al braccio sinistro per alcuni mesi… fino ad
arrivare all’inizio di marzo 2019 quando ho avuto crisi/ attacchi panico
intensi e tutti i giorni per una settimana intera, durante la prima visita
al ps mi hanno detto che soffro di “mal d’auto”, quando è da 18 che prendo
tranquillamente il bus, mentre nella seconda visita al ps, mi hanno
consigliato una visita dallo psichiatra. Mi ha prescritto diverse medicine
che sto assumendo quotidianamente, ho avuto una ricaduta negli ultimi 2
giorni, dove la pastiglia “al bisogno” non mi faceva effetto.
Ma la mia preoccupazione di oggi è che a fine febbraio ho avuto un
rapporto non protetto con un ragazzo, ed era un martedì, il mercoledì
sera mi è venuto il ciclo, e giovedì sera abbiamo avuto lo stesso
rapporto con ciclo.
Io soffro di ciclo abbondante e irregolare, la mia preoccupazione è che al
giorno 06/04 non mi è ancora venuto il ciclo, con un ritardo di 3
giorni…
Attendo una risposta, grazie.

Chiara, 18 anni


Cara Chiara, 
se non si sta cercando una gravidanza e si vogliano avere rapporti sessuali completi è importate utilizzare dei metodi anticoncezionali. Ne esistono di diversi e alcuni come il preservativo ti tutelano anche da malattie sessualmente trasmissibili, altri invece come la pillola agiscono inibendo l’ovulazione.
Se si hanno rapporti sessuali completi non protetti non è mai possibile escludere completamente la possibilità di una gravidanza. Nel tuo caso specifico ci sembra di capire che non eri nel periodo fertile per cui i rischi potrebbero essere ridotti.
Il ritardo di cui scrivi potrebbe avere diverse cause, anche periodi di stress e l’assunzione di nuovi farmaci può incidere sull’andamento del ciclo.
Se può farti sentire più tranuilla potresti eseguire un test di gravidanza, valido dal primo giorno di ritardo oppure dai 12 ai 14 giorni successivi al rapporto a rischio. 

Ci scrivi inoltre che stai vivendo un periodo delicato in cui sperimenti ansia e panico, hai mai pensato a seguire un percorso di psicoterapia per affrontare ed elaborare il problema? Spesso sono percorsi che aiutano a risolvere la problematica.
Speriamo di esserti stati di aiuto.
Un caro saluto!



Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it