Manuel Aspidi torna con "Libero (I'm free)", il brano che anticipa l'EP

Manuel Aspidi torna con “Libero (I’m free)”, il brano che anticipa l’EP

Il video
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Rinascita, desiderio di gioia e condivisione. Parla di questo il nuovo singolo di Manuel Aspidi, “Libero (I’m Free)”.

Manuel Aspidi - Libero (I'm Free)

Il brano, disponibile da oggi, è il secondo singolo estratto dall’omonimo EP dell’artista, “Libero” (Genialsong – Music Promotion for Artists di Thomas Aspidi), che vedrà la luce entro la prossima estate.

L’operazione è un grande progetto musicale che vanta la collaborazione e la produzione di grandi nomi internazionali. Fanno parte della produzione di questo brano Alan Clark (tastierista e arrangiatore storico dei Dire Straits), Phil Palmer (chitarrista, arrangiatore e produttore di fama mondiale) e Numa Palmer (artista e produttrice) che è anche la direttrice artistica del progetto.

Libero (I’m free) parla della mia personale lotta interiore – racconta Manuel Aspidi – Per un periodo ho dovuto lottare contro i miei demoni, i miei dubbi e tutto ciò che mi ostacolava. Quando alla fine li ho sconfitti mi sentivo finalmente libero. È – conclude – un brano di forza e di speranza che incoraggia ad amare la vita nella sua totalità e a non fermarsi davanti ai problemi perché tra noi e i nostri sogni a volte esiste solo un velo sottile”.

Un brano fresco, ricco di vitalità e con una forte carica di energia accompagnato da un video altrettanto brillante, ancora una volta sotto la direzione e l’estro creativo del regista Luca Bizzi che ha scelto un racconto ai limiti del reale.

In una alternanza tra sogno e realtà vediamo Manuel dentro una cella, metafora dei demoni che lo incatenano, poi alla guida di un’auto verso la libertà. Libertà che, strano gioco del destino, trova banalmente alla coda di un semaforo dove tutti scendono dalle auto trascinati dalla sua musica e si liberano in balli e sorrisi insieme.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it