'Un campione per amico' festeggia 20 anni, il via domani da Napoli

‘Un campione per amico’ festeggia 20 anni, il via domani da Napoli

Panatta, Chechi, Lucchetta e Graziani in piazza con 10mila bambini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Quattro ‘moschettieri’ uniti per portare lo sport nelle piazze d’Italia e coinvolgere diecimila bambini delle scuole elementari e medie da Nord a Sud. Con il via domani da piazza Plebiscito a Napoli compie ufficialmente venti anni ‘Un campione per amico’, il progetto che mette insieme alcune tra le più celebrate glorie azzurre: Jury Chechi, Adriano Panatta, Andrea Lucchetta e Francesco Graziani. L’obiettivo è far conoscere le diverse discipline in assoluto divertimento per condividere i valori più importanti.

I quattro grandi campioni del mondo da aprile a maggio gireranno l’Italia facendo tappa nei centri storici e nei luoghi più rappresentativi di dieci città, che diventeranno per una giornata delle vere e proprie palestre a cielo aperto. Ma non solo, perché grazie al supporto ormai decennale d Banca Generali, i ragazzi potranno ricevere nozioni basilari in materia di risparmio economico, per iniziare da piccoli un cammino di responsabilizzazione e di attenzione alla solidarietà e alla ricerca, con una raccolta fondi a favore di tre diversi progetti di inclusione sociale, ricerca scientifica e supporto alle famiglie disagiate.

“Crediamo fortemente in questo progetto e nella sua straordinaria capacità di far leva sui valori positivi dello sport- ha spiegato Marco Bernardi, vicedirettore di Banca Generali- per trasmettere alle nuove generazioni un messaggio di ottimismo per il futuro”. Tra animazione, musica, gadget e l’aiuto dei quattro grandi testimonial, tutti i partecipanti potranno assimilare informazioni utili per una crescita sana a 360 gradi.

“Siamo molto orgogliosi di aver contribuito nel tempo a questo progetto- ha spiegato Adriano Panatta durante la presentazione dell’iniziativa al Circolo Aniene di Roma- che al centro mette il gioco e il divertimento”. Ma anche l’integrazione, dal momento che parteciperanno ragazzi senza alcuna distinzione di abilità, grazie al coinvolgimento di associazioni presenti sul territorio selezionate in collaborazione con il Comitato italiano Paralimpico.

“È impressionante vedere il numero di piazze italiane coinvolte e i tanti ragazzi che partecipano- ha sottolineato Giovanni Malagò, che da presidente del Coni ha assicurato il patrocinio al progetto- Credo di conoscere come nessun altro gli atleti del nostro Paese, ma è incredibile notare che questi quattro moschettieri hanno la prerogativa di essere amatissimi dalla gente di diverse generazioni, dai ragazzini fino alla quarta età, ottenendo un impatto positivo per niente scontato e banale. Hanno continuato a mettere la faccia per la gente anche lontano dai riflettori e rappresentano un patrimonio non solo per lo sport ma per il Paese”.

Queste le tappe dell’edizione 2019: Napoli (9 aprile); Messina (11 aprile); Senigallia (16 aprile); Torino (30 aprile); Parma (7 maggio); Firenze (9 maggio); Portogruaro (14 maggio); Bolzano (21 maggio); Milano (23 maggio); Savona (28 maggio). (

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it