VIDEO| Scary Stories To Tell In The Dark, rilasciati trailer e poster

VIDEO| Scary Stories To Tell In The Dark, rilasciati trailer e poster

Il film è stato sceneggiato e prodotto da Guillermo Del Toro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’horror più atteso dell’anno sta per arrivare al cinema. Paura??? Per ‘ammazzare’ l’attesa, la Notorious Pictures ha rilasciato il trailer e il poster ufficiali del film Scary stories to tell in the dark di André Øvredal (‘Troll Hunter’, ‘Autopsy’). Nei cinema italiani da autunno 2019, la pellicola del regista norvegese è prodotta dal Premio Oscar Guillermo del Toro, che ha scritto il film insieme a insieme a Patrick Melton e Marcus Dunstan.

Sul grande schermo vedremo tra i protagonisti  Zoe Colletti, Austin Abrams, Gabriel Rush, Michael Garza, Austin Zajur, Dean Norris, Gil Bellows, Lorraine Toussaint e Natalie Ganzhorn.

SCARY STORIES TO TELL IN THE DARK - Trailer Ufficiale

Scary stories to tell in the dark, in libreria

Il film è tratto dall’omonimo e terrificante bestseller di Alvin Schwartz, autore cult della narrativa horror, noto per la sua vasta produzione letteraria dedicata a opere che, tra miti, leggende e racconti di paura, esplorano gli aspetti folkloristici del popolo americano. Nella saga di Scary stories to tell in the dark, pubblicata tra il 1981 e il 1991 con le illustrazioni originali di Stephen Grammel, 29 storie di paura si materializzano in un mondo sospeso tra magia e terrore: i racconti più macabri di tutti i tempi prendono vita tra fiabe horror, vendette oscure, entità agghiaccianti e avvenimenti soprannaturali.

Il libro sarà pubblicato in Italia dall’editore DeA Planeta Libri nella collana DeA e uscirà in libreria dal prossimo 4 settembre (al prezzo di 16.90 euro).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it