Miur e Capitaneria di Porto celebrano a Civitavecchia la 'Giornata del mare'

Miur e Capitaneria di Porto celebrano a Civitavecchia la ‘Giornata del mare’

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CIVITAVECCHIA  – Il mare, un privilegio da difendere, da valorizzare e da trasmettere alle nuove generazioni. Per questo motivo, la Repubblica italiana riconosce l’11 aprile di ogni anno la Giornata del mare e della cultura marinara. La giornata è rivolta agli Istituti scolastici di ogni ordine e grado, con l’obiettivo di sviluppare tra gli studenti la consapevolezza del mare come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico.

È stata celebrata oggi al Porto di Civitavecchia – e contemporaneamente in tutta Italia – per la prima volta insieme dal Miur e dalla Guardia Costiera. Una lunga serie di attività promosse dalle Capitanerie di porto su tutto il territorio nazionale, incentrate sulla sensibilizzazione dei giovani e degli utenti del mare riguardo i principi della sicurezza in mare e della tutela ambientale.

L’attività, rivolta in particolare agli studenti, si ricongiunge agli obiettivi e ai compiti della Guardia Costiera, impegnata quotidianamente nella ricerca e soccorso, nella tutela della sicurezza della navigazione, nella difesa dell’ambiente, nella tutela del patrimonio ittico e dell’habitat marino e costiero, nonché in tutto ciò che riguarda gli usi civili e produttivi del mare.

Gli uomini, le donne, i mezzi aerei e navali del Corpo hanno partecipato con dimostrazioni pratiche delle principali attività operative della Guardia Costiera e offrendo la propria esperienza all’interno di conferenze e incontri rivolti a cittadini e studenti. Presenti al porto di Civitavecchia, del direttore generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione, Giovanna Boda, e il Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Giovanni Pettorino. Questi hanno fatto visita all’equipaggio di nave Corsi – il pattugliatore della Guardia Costiera presente in banchina per l’occasione – e incontrato alcuni studenti in visita a bordo e partecipanti alla manifestazione.

Al Terminal Crociere invece, la presentazione e premiazione delle classi vincitrici del progetto ‘Cittadinanza del Mare’. Nato dalla collaborazione a livello regionale della Guardia Costiera e del Miur e sviluppato durante tutto l’arco dell’anno scolastico, il progetto ha visto gli studenti protagonisti di percorsi formativi utili per renderli ‘cittadini attivi e consapevoli del mare’.

Infine, le due amministrazioni hanno suggellato la collaborazione, con una lettera di intenti sulla Giornata del mare, con lo scopo comune di promuovere e valorizzare, anche per i prossimi anni, tra gli studenti di tutta Italia, un patrimonio cosi’ prezioso per il Paese.

Oggi– ha detto Pettorino- è una giornata importante perché il mare è un bene preziosissimo, dal quale il nostro Stato ricava il 3% del Pil e sul mare e intorno al mare ogni giorno lavorano 800 mila persone. Bisogna conservarlo. Ci affacciamo come Paese sul mar mediterraneo che eèfragile e ha uno sbocco sul l’oceano Atlantico soltanto con le stretto di Gibilterra e le sue acque si ricambiano in 80 anni, 3 generazioni, quindi è fondamentale per i giovani che dovranno usufruire del Mare in futuro saperlo rispettare e conservare quindi conoscere in maniera approfondita tutti gli elementi. Questa giornata mira proprio a questo“. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it