Che cos'è Wikileaks? E perché è stato arrestato Julian Assange?

Che cos’è Wikileaks? E perché è stato arrestato Julian Assange?

Il giornalista australiano si era rifugiato 7 anni fa nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

E’ stato arrestato Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks. Il giornalista australiano si era rifugiato 7 anni fa nell’ambasciata dell’Ecuador di Londra, quando l’allora presidente Rafael Correa gli concesse asilo.

A seguito di nuovi documenti pubblicati da Wikileaks ai danni dell’attuale presidenza di Lenin Moreno, l’Ecuador ha revocato l’asilo politico ad Assange, che oggi si trova in custodia presso gli uffici di Scotland Yard. Da qui alla richiesta di estradizione negli Stati Uniti, dove lo attende un processo per spionaggio e forse l’ergastolo, il passo è breve.

Ma perché è stato arrestato Julian Assange? E cos’è WikiLeaks?

Partiamo da quest’ultima domanda.
WikiLeaks è un’organizzazione multimediale internazionale fondata dal suo editore Julian Assange nel 2006.
Si occupa di divulgare materiali ufficiali top-secret, che riguardano guerra, spionaggio e corruzione. Finora ha pubblicato più di 10 milioni di documenti.

E’ balzata agli onori della cronaca nel 2010, dopo la massiccia pubblicazione di migliaia di documenti militari e materiale multimediale relativi alla guerra in Afghanistan e Iraq.

Fu scandalo.

Nei documenti veniva scoperchiato un vaso di Pandora agghiacciante.
Si parla di torture e violenze durante la guerra in Iraq perpetrate dall’esercito statunitense, oltre a una serie di informazioni sull’uccisione di civili in Afghanistan in cui erano coinvolti USA e Gran Bretagna.

Nello stesso anno furono diffusi file riguardanti “inciuci” politici tra i capi di Stato mondiali. Nei documenti si parlava, tra gli altri, di Silvio Berlusconi, Vladimir Putin e Nicolas Sarkozy.

Non sorprende che, vista la portata del materiale diffuso, Wikileaks si è tutelata con un misterioso “file di assicurazione”.
In caso fosse successo qualcosa ai collaboratori dell’organizzazione, compreso Julian Assange, sarebbe stato diffuso un materiale scottante e altamente top secret. La stessa WikiLeaks non ha mai svelato cosa contiene quel file “Insurance”.

L’arresto di Julian Assange

E comunque no, non è per questo che Julian Assange è stato arrestato.
Sul giornalista grava un’accusa di stupro, anche se il rapporto sessuale per cui è stato accusato è stato consenziente.

Allora perché accusarlo?

In Svezia, dove è stato contestato il reato, è considerato illecito rifiutarsi di effettuare un controllo medico sulle malattie sessualmente trasmissibili. Assange, infatti, avrebbe avuto con la sua accusatrice un rapporto non protetto.
L’accusa di stupro in Svezia è stata archiviata nel 2017, anche se sarà prescritta nel 2020.
Al momento, dunque, resta in piedi solo la violazione del rilascio su cauzione, quando, nel 2012, si rifugiò presso l’ambasciata dell’Ecuador a Londra, sottraendosi alla probabile estradizione in Svezia.
Il rischio per Assange, adesso, resta l’estradizione negli Stati Uniti, dove lo attende un processo per accusa di spionaggio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it