Un mix di reggae e tropical gipsy. Il sound dei Veeblefetzer per Retape

L'intervista ad Andrea "Mondo Cane" Cota aspettando il live del 17 aprile sul palco del Teatro Studio Gianni Borgna al Parco della Musica
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Roma – Dopo aver suonato sui palchi di manifestazioni nazionali e internazionali, l’originale sound un po’ reggae, un po’ hip hop e brass’n’roll dal sapore tropical gypsy dei The Veeblefetzer sbarca all’Auditorium di Roma per la rassegna Retape. Voluti dal direttore artistico Ernesto Assante, i romani Veeblefetzer suoneranno i brani di “More”, il loro ultimo album uscito lo scorso 25 gennaio, e quelli di “No Magic No Bullet”, il primo disco con cui hanno già conquistato, oltre all’Italia, Germania, Austria, Svizzera, Rep. Ceca, Slovacchia e Regno Unito. Animali da palco come poche band italiane, i Veeblefetzer sono sulle scene del panorama indipendente da circa sette anni: mercoledì 17 aprile sono pronti a far ballare il Teatro Studio del Parco della Musica con il loro live potente e coinvolgente. Ai microfoni di diregiovani.it i racconti del frontman Andrea “Mondo Cane” Cota. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Fabrizia Ferrazzoli
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it