L’asSociata di Roma: 200 giovani progettano la Roma del 2030

Domenica scorsa si è svolto il secondo incontro del progetto ideato da un gruppo di giovani universitari con il contributo di Francesco Montanari

ROMA -Domenica presso Le Formiche lab in Via Vitorchiano 42, ha avuto luogo la seconda edizione dell’associata di Roma.

L’iniziativa ha riunito 200 giovani under 25 provenienti dal mondo dell’associazionismo e dell’impegno civile che hanno messo per iscritto proposte concrete per migliorare la Capitale da indirizzare a Comune di Roma e Regione Lazio. Sette tavoli di lavoro come le sette questioni cruciali affrontate: dalla gestione dei rifiuti alla riqualificazione ambientale e poi ancora l’integrazione e l’ampliamento dell’ offerta culturale. Ad aiutare i ragazzi anche l’ex presidente di AMA Daniele Fortini, alcuni ragazzi di FridaysForFuture e il Presidente del Baobab.

Tra tre settimane i ragazzi de L’asSociata presenteranno le loro proposte per Roma, invitando la Sindaca Virginia Raggi e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

All’evento anche Francesco Montanari, attore di successo molto impegnato nella Capitale, che ha apprezzato l’iniziativa: “Vi abbiamo lasciato una Roma in condizioni poco vivibili- ha detto- adesso ripartiamo dalla dignità e dall’esempio che giovani come voi oggi stanno dimostrando”.

“Il fatto che gli amici di Retake debbano sostituirsi all’AMA è raccapricciante. Ci sono nodi evidenti e banali che vanno risolti insieme, le idee prima delle ideologie”, hanno detto gli organizzatori Giovanni Crisanti, Stefano Ferace, Tommaso Sensi, Alice Bertola.

2019-04-16T13:02:37+02:00