A Cinecittà festival applied games, arriva VideoGameLab

A Cinecittà festival applied games, arriva VideoGameLab

A Roma dal 10 al 12 maggio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Workshop, masterclass, lectio magistralis, mostre, tornei e incontri con i più famosi creatori di videogiochi del mondo. Questo e molto altro è RomeVideoGameLab, la tre giorni dedicata agli ‘applied games’, i videogiochi coniugati alle attività formative, che avrà luogo negli studi di Cinecittà a Roma, dal 10 al 12 maggio.

I viali degli studios saranno affollati da migliaia di visitatori, con uno spazio ancora più grande rispetto alla prima edizione dello scorso anno. Tra le novità, oltre alle mostre su arte, videogioco e tornei tra genitori e figli, nelle postazioni dedicate ai retrogames anche un intero padiglione riservato agli incontri B2B con buyer italiani e stranieri.

RomeVideoGameLab è una iniziativa prodotta e promossa da Istituto Luce-Cinecittà, in collaborazione con QAcademy e con Aesvi (Associazione che rappresenta l’industria dei videogiochi in Italia) e con la partecipazione attiva di Mibac, Regione Lazio, Lazio Innova e Comune di Roma – Eureka.

Saranno 90 le postazioni interattive nell’area dedicata ai retrogaming, che, oltre a seguire un criterio cronologico alla scoperta del passato dei videogiochi, affronta anche il tema del rapporto con le altre forme artistiche e quello dell’estetica del cibo nei videogames (con la partecipazione anche di Treccani che ha dedicato un videogioco alle ricette dell’Artusi). Al tema sono riservati anche uno spazio speciale e dei tornei di virtual cooking challenge nell’area di Coquis, ateneo della cucina italiana.

E ancora, a partire da venerdì anche i corsi specialistici di Level Up, con oltre 50 sviluppatori provenienti da tutto il mondo che si alterneranno tra talk e workshop rivolti agli iscritti, e lectio magistralis aperte a tutti. Infine, una novità assoluta è ‘A night in the forum: Intrappolati per una notte nel foro di Augusto’: l’environmental narrative game in 3D, per Sony Playstation VR, ambientato a Roma, con la consulenza di Mercati di Traiano-Museo dei Fori Imperiali, e realizzato grazie a un finanziamento della Commissione Europea.La Regione Lazio promuove, all’interno di RVGL19, un Video Challenge dal titolo ‘Lazio eterna scoperta’ e tavoli tematici di Matchmaking cultura/tecnologia e di Design thinking.

“Quella del videogioco- ha detto Gian Paolo Manzella, assessore allo Sviluppo economico della Regione Lazio durante la presentazione del festival al teatro dei Dioscuri di Roma- è un industria su cui puntiamo molto. E’ il settore di industrie creative che cresce di più in assoluto e che, come Regione Lazio, continuiamo a sostenere. Non posso che applaudire l’idea di far dialogare cittadini e amministrazione attraverso il videogioco, che può diventare uno strumento fondamentale in molti settori come ad esempio la sanità e i beni culturali”. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it