Studenti attori in cerca di umanità a Sasso Marconi

Studenti attori in cerca di umanità a Sasso Marconi

I bambini di Borgonuovo sul palco per i diritti umani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Travestiti da investigatori con la lente d’ingrandimento in mano gli attori bambini hanno cercato l’umanità per capire dove fosse finita, tra selfie, schermi, scroll, post, tag e shopping. Lo spettacolo si intitola ‘U.T. Umani Terrestri’ ed è andato in scena ieri sera al teatro comunale di Sasso Marconi (Bologna) grazie agli alunni della scuola elementare di Borgonuovo.

Scandagliando con ironia le situazioni quotidiane delle famiglie e le abitudini della nostra società, i piccoli attori ne hanno messo in luce i paradossi. Una critica al mondo che abbiamo scelto di costruire e al presente che stiamo coltivando, dove bambini e adulti soffrono la guerra e la povertà mentre altri stanno sul divano davanti agli schermi.

Lo spettacolo è iniziato con la proclamazione della Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomoletta in tutti i suoi 30 punti dagli alunni travestiti da membri dell’ONU, con tanto di parrucche bianche e toghe. Tra un articolo e l’altro, sempre con ironia e battute, i bambini hanno evidenziato quanto gli umani del 2019 si siano allontanati da quei principi e quanto abbiano tradito quei valori.

Lo spettacolo, fortemente voluto dalla dirigente Maria Rosaria Rosmarino, è stato realizzato con la compagnia Momi e rientra nel progetto d’istituto avviato due anni fa e intitolato ‘Quo Vadis. Alla ricerca della chiave perduta dell’umanità’. La chiave in questo caso è stata proprio il teatro, che ha permesso ad adulti e bambini di leggere il presente, raccontando e dando voce al passato.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it