Studenti di Aosta alla Camera con i famigliari della 'Strage del Rapido 904'

Studenti di Aosta alla Camera con i famigliari della ‘Strage del Rapido 904’

Nella giornata dedicata alle vittime del terrorismo e delle stragi hanno presentato il loro progetto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA- Una giornata molto speciale per nove studenti valdostani che ieri mattina, alla Camera, sono stati ricevuti dal presidente Roberto Fico. A lui e all’onorevole Paolo Siani- fratello del giornalista ucciso dalla camorra Giancarlo- hanno consegnato una copia del loro libro ‘Mi ricordo. Rapido 904-frammenti di vita’, da cui è stato tratto anche lo spettacolo teatrale ‘904’.

Gli studenti, insieme alla loro docente Donatella Corti, sono stati invitati alla Camera da Rosaria Manzo, presidente dell’associazione dei famigliari della strage del rapido 904 del 23 dicembre 1984, dove ieri mattina si sono tenute le celebrazioni istituzionali per la giornata della memoria delle vittime del terrorismo e delle stragi.

“904 è un progetto del presidio di Libera ‘Antonio Landieri’ di Aosta, che è nato con l’obiettivo di fare memoria attraverso il teatro- ha spiegato alla Dire Donatella Corti, docente e referente di Libera per la Valle d’Aosta-. L’idea ci è venuta lo scorso settembre quando siamo andati a Napoli per incontrare Rosaria Manzo. Lì abbiamo conosciuto anche la figlia di una sopravvissuta della strage, Lina d’Aniello. Lina, venuta a sapere la nostra idea di scrivere uno spettacolo sulla strage, ci ha fatto dono di una meravigliosa lettera inedita che è diventata il filo conduttore del nostro lavoro- ha proseguito-. Così abbiamo coinvolto il liceo Berard di Aosta e una classe del liceo artistico. Gli studenti hanno scritto le storie delle vittime e poi abbiamo immaginato di farle dialogare con i giusti del testo di Albert Camus. Intanto, sempre gli studenti, hanno composto le musiche e scritto i testi dei brani musicali, mentre i ragazzi dell’artistico hanno illustrato la lettera di Lina d’Aniello. Queste illustrazioni, infine, sono diventate oggetto di una mostra e di una pubblicazione, grazie a un editore che ci ha sostenuto. Ieri- ha concluso Corti- è stata un’emozione enorme essere al fianco dei famigliari, che ci hanno proprio voluti lì con loro, e raccontare il nostro spettacolo a Fico e Siani. Ora puntiamo a replicare lo spettacolo anche a Napoli: Fico e Siani hanno già promesso di volerci venire a vedere”.

Lo spettacolo ‘904’ è andato in scena questa mattina alla ‘Cittadella dei giovani’ di Aosta durante un evento con le scuole e sarà replicato stasera per la cittadinanza. Poi, l’1 giugno, sbarcherà a Pavia, grazie a un gemellaggio col presidio locale di Libera.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it