Venerus pubblica la prima parte del suo "Love Anthem"

Venerus pubblica la prima parte del suo “Love Anthem”

Due brani di romantica psichedelia raccontati in un cortometraggio firmato Nike
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Love Anthem” è il nuovo EP di Venerus, disponibile da oggi per Asian Fake.

Il progetto arriva online in due parti. “Love Anthem” è diviso, infatti, in due parti, che saranno pubblicate separatamente: la prima contiene i brani “Love Anthem No.1 (prod by Mace)” e “Al buio un po’ mi perdo (prod by Venerus & Mace)”, primi estratti dall’EP e disponibili dalla mezzanotte.

Il film dei due brani

Dalle 14 online su YouTube è uscito anche il film dei due brani, il “Primo Tempo”.

Venerus - Love Anthem [Primo Tempo] (Official Video)

Il film dell’EP è stato realizzato in collaborazione con Andrea Cleopatria e prodotto da Asian Fake e Nike e presentato in anteprima al Nike Store di Milano in C.so Vittorio Emanuele II ieri. 
 
BIO

Andrea Venerus (1992), originario di San Siro, Milano, a 18 anni si trasferisce a Londra dove per 5 anni approfondisce le sue conoscenze musicali e comincia a lavorare a progetti personali, venendo a contatto con le scene musicali di Brixton e di Notting Hill. Terminato il periodo in terra inglese, l’artista registra un disco a Roma e, rimasto affascinato dalle atmosfere della città, vi si trasferisce.

Oggi Venerus vive a Milano, città dalla quale lo scorso 16 novembre ha lanciato il suo primo progetto discografico, l’EP “A che punto è la notte” pubblicato da Asian Fake e subito acclamato da critica e pubblico. Quest’ultimo ha sancito l’esordio di fuoco dell’artista regalandogli diversi sold out nel tour di date. La successiva collaborazione con il rapper Gemitaiz nel brano “Senza di me” (feat. Venerus & Franco126), presente all’interno del mixtape QVC8 e a cui il giovane artista presta penna e voce, è stato certificato singolo di platino.
 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it