Francesco Gabbani. Fuori il video del nuovo singolo “È un'altra cosa”

Francesco Gabbani. Fuori il video del nuovo singolo “È un’altra cosa”

Suona dal 10 maggio nelle radio la canzone che segna il ritorno dell'artista e anticipa l’uscita del prossimo lavoro discografico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – È online il video di “È UN’ALTRA COSA”, il nuovo singolo di Francesco Gabbani, uscito venerdì 10 maggio in radio. Il brano anticipa l’uscita del prossimo lavoro discografico che verrà pubblicato nel corso del 2019 per BMG.

«La vita mette tutti noi di fronte a delle sfide faticose per raggiungere traguardi” racconta Gabbani “Ci poniamo degli obiettivi che prima del loro raggiungimento sembrano impossibili. Così è la vita, come un’onda da cavalcare. Sforzi e storie differenti ci fanno sentire a volte soli e a volte unici… è soltanto quando capiamo che tutti noi nuotiamo nello stesso mare che ci rendiamo conto che fare le cose insieme “è un’altra cosa”».

“È UN’ALTRA COSA”, scritto da Francesco Gabbani, Filippo Gabbani, Francesco Bianconi (Baustelle), Fabio Ilacqua e Luca Chiaravalli, anticipa le atmosfere estive, offrendo spunti di riflessioni come nella migliore tradizione del cantautore. Trascorsi due anni di intenso lavoro per promuovere il precedente album Magellano e per presentarlo nella sua dimensione live in tutta Italia, Francesco Gabbani si sta concentrando sulle registrazioni della sua nuova opera, un disco con alle spalle un importante lavoro di registrazioni in studio e di produzione.
Lontano da costrizioni discografiche e imposizioni di mercato, il cantautore si sta dedicando con passione all’espressione della sua anima artistica, di cui abbiamo testimonianza in questo suo primo singolo, preludio di un lavoro più ampio previsto nei prossimi mesi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it