23 maggio, liceo ‘Norberto Rosa’ di Susa sulla Nave della legalità

MILANO – “Quando l’ho comunicato alla classe i ragazzi hanno esultato. Hanno partecipato con tantissimo impegno, per quasi due mesi ci siamo fermati diverse ore a scuola il pomeriggio per completare il nostro lavoro”. A parlare è la professoressa Erika Palillo che spiega il manufatto realizzato dalla 2A dell’indirizzo scienze umane del liceo ‘Norberto Rosa’ […]

MILANO – “Quando l’ho comunicato alla classe i ragazzi hanno esultato. Hanno partecipato con tantissimo impegno, per quasi due mesi ci siamo fermati diverse ore a scuola il pomeriggio per completare il nostro lavoro”. A parlare è la professoressa Erika Palillo che spiega il manufatto realizzato dalla 2A dell’indirizzo scienze umane del liceo ‘Norberto Rosa’ di Susa, in Piemonte dal titolo ‘L’agenda rossa: parole e pensieri’.

Nel suo primo anno di partecipazione al concorso lanciato dalla fondazione Falcone e dal Miur per celebrare la memoria delle vittime della strage di Capaci, l’istituto piemontese si è aggiudicato la vittoria nel concorso regionale e quindi il viaggio sulla nave della legalità per una delegazione di studenti. Un’altra delegazione parteciperà invece alla premiazione regionale organizzata il 23 maggio a Torino dall’ufficio scolastico piemontese.

“Il nostro progetto ha previsto lo studio degli anni ’80 e ’90 a Palermo attraverso la lettura di alcuni libri come ‘Squadra mobile Palermo’ e poi l’organizzazione di una conferenza con Francesco Accordino e Alessandro Chiolo che ci hanno raccontato quegli anni proprio a partire da quel loro libro- ha raccontato alla Dire Erika Palillo- Successivamente abbiamo ricostruito l’agenda rossa: su ogni pagina abbiamo scritto la storia per immagini e parole di alcuni dei principali protagonisti di quella stagione violenta e di grande lotta. Siamo molto emozionati- ha concluso Palillo- e non vediamo l’ora di partire: abbiamo realizzato anche lo striscione per il corteo, è stato un lavoro di tutta la scuola”.

2019-05-21T12:12:51+02:00