Memoria e futuro alla scuola 'De Amicis di Palermo'

Memoria e futuro alla scuola ‘De Amicis di Palermo’

Domani protagonisti gli studenti insieme alle associazioni del territorio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Fare memoria e costruire il futuro è l’impegno che da tre anni, ogni 23 maggio, coinvolge gli alunni della scuola ‘E. De Amicis’ di Palermo. Per il 27esimo anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio, a partire dalle 9.30, i bambini della scuola palermitana scenderanno in via Nazario Sauro per celebrare la memoria dei giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e Paolo Borsellino e degli agenti delle loro scorte, uccisi da Cosa Nostra.

“La nostra scuola si sta preparando da metà aprile- ha spiegato l’insegnante referente della legalità Graziella De Gregorio- con attività laboratoriali artistiche e culturali”. ‘Malarazza’ di Domenico Modugno sarà intonata dai bambini insieme alla cantautrice Aida Satta Flores, al suono di tamburelli, piatti e bonghi. Venti tele dipinte da loro stessi, con scorci e monumenti di Palermo, saranno esposte in piazza. A coadiuvare gli alunni della ‘De Amicis’, ci saranno gli studenti del liceo artistico ‘Ragusa-Kiyohara’ con cui completeranno le magliette dipinte a mano, su cui figurerà la scritta ‘No Mafia’.

Le classi IV A e B, inoltre, racconteranno la fiaba ‘Iosù’, il bambino che dipinge di verde la città, per sottolineare a chi ascolta i luoghi da rivalutare, dando una dimensione umana ed un mondo più vivibile, a portata di bambini. “Motivo di orgoglio per noi- ha proseguito Graziella De Gregorio- sarà la presenza del centro studi Paolo e Rita Borsellino che con la ‘bibliolapa’ curera’ lo spazio lettura, grazie a cui potranno essere consultati i libri sulla legalità”.

Insieme ai bambini della ‘De Amicis’ ci saranno anche i ragazzi della scuola media palermitana ‘Leonardo Da Vinci’, che leggeranno il tema di maturità di Rita Atria del 1992 sulla morte del giudice Falcone. ‘Sui loro passi’ e’ lo spettacolo teatrale in cui l’artista siciliana Serena Sabatino andrà in scena con una valigia piena di notizie su fatti di mafia e di frasi pronunciate dagli uomini che hanno costruito la legalità nel nostro Paese. La manifestazione sarà realizzata con il patrocinio della Fondazione Falcone ed è stata organizzata in collaborazione con l’associazione A Strummula, l’associazione Corda Pazza e la V Circoscrizione di Palermo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it