Giffoni 2019, in classe con Arturo Muselli la star di Gomorra

Giffoni 2019, in classe con Arturo Muselli la star di Gomorra

"Sangue Bu" riceverà il Giffoni Explosive Award
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo l’annuncio della presenza di Stefano Accorsi, il Giffoni Film Festival accoglierà il 26 luglio Arturo Muselli. Attore, regista, fotografo, fondatore di una compagnia ed educatore teatrale, tra i volti simbolo della serie Gomorra: lui è questo e moltissimo altro. Al #Giffoni2019 incontrerà per un appuntamento i masterclasser della sezione CULT. Una lezione di cinema e interpretazione attoriale che sarà anche momento di dibattito e confronto. Muselli sarà anche premiato con il Giffoni Explosive Award, il riconoscimento del Giffoni Film Festival dedicato alle nuove promesse del cinema.

Arturo Muselli, un artista a 360 gradi

Laureato in Lettere Moderne con specialistica in Filologia Moderna alla Federico II di Napoli, la sua carriera cinematografica inizia nel 2004, con Le conseguenze dell’amore, per la regia di Paolo Sorrentino, a cui seguono L’era legale  di Enrico Caria, Mater Mediterranea di Giuseppe Ferrara, La tenerezza di Gianni Amelio, La parrucchiera di Stefano Incerti, Dragonheart 5 di Ivan Silvestrini. Per la televisione ha lavorato in serie come La Squadra, Carabinieri 3, Un Posto al Sole, Squadra mobile 2, Provaci ancora prof. 6, anche se è con l’ingresso nel cast principale nella serie tv Gomorra – La Serie che raggiunge la notorietà, interpretando il personaggio complesso e drammatico di Enzo – Sangue Blu. Dopo il suo debutto teatrale in L’Orso di Anton Cechov e Proibito di Tennessee Williams con la regia di Maria Benoni, prosegue il suo cammino anche calcando palcoscenici alternativi, come il Carcere Minorile di Nisida, dove svolge un lavoro come educatore teatrale volontario condividendo spettacoli con i ragazzi ospiti della struttura. Nel 2013 ha fondato, insieme alla regista Ludovica Rambelli, la sua compagnia teatrale The Hats Company, che mette in scena testi di William Shakespeare in lingua originale con i ritmi della “commedia all’italiana” presentando nel 2014, al Festival di Benevento Città Spettacolo, Wrong play, my lord! da Hamlet e Don’t say that name, please! da Macbeth di William. Nel 2015 il suo debutto alla regia teatrale con La morte è un punto di Katarina Carlshamre in occasione del progetto Italia Svezia 2-2.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it