Roma, progetto 'DOORS' contro la povertà educativa dei minori

Roma, progetto ‘DOORS’ contro la povertà educativa dei minori

Apprendimento tramite l'arteducazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si chiama ‘DOORS’ e ha l’obiettivo di portare cultura, apprendimento e bellezza ai minori in forte vulnerabilità economica e socio-culturale. È il progetto che prende il via dall’8 giugno a Roma presso l’istituto Comprensivo ‘Simonetta Salacone’. Attraverso il rap, chiave comunicativa del progetto, si parlerà ai ragazzi, grazie alla presenza di Luca Mascini, in arte Militant-A, rapper del gruppo degli Assalti Frontali, e con il giovane rapper del Centro Giovani MaTeMu’ Joel Peñaherrera.

Il progetto ‘DOORS’ nasce dalla collaborazione di 28 partner, per combattere la povertà educativa dei minori, dai 10 ai 14 anni che vivono in situazioni di disagio sociale e in difficili contesti famigliari, proponendo un modello educativo integrato. DOORS sarà operativo nelle città di Roma, Milano, Reggio Calabria, Torino, Macerata ed Ancona. Sono previste numerose attività, dai corsi di formazione a Laboratori di ArtEducazione, e narrazione , senza dimenticare il sostegno alla genitorialità.

“Nelle strade il linguaggio sembra declinare verso l’insulto e la guerra. Tanti ragazzi sembrano avere il vuoto dentro ma non è detto che ce l’abbiano, anzi. Sembrano stereotipati nei pensieri, aridi, ma poi scopri che hanno un mondo dentro che aspetta solo di venire fuori”, afferma Luca Mascini, che aprirà la giornata con un laboratorio dal titolo ‘Come nasce un rap’.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it