La città del futuro progettata dai ragazzi di 'Share the Code'

La città del futuro progettata dai ragazzi di ‘Share the Code’

Premiati i vincitori del contest targato TIM con Codemotion e Olivetti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una centrale di controllo che regola il traffico delle città del futuro, cassonetti intelligenti che ottimizzano la raccolta differenziata e robot pronti ad aiutare le persone ipovedenti. È così che i più giovani immaginano la città del futuro, una realtà in cui la vita dei cittadini verrà semplificata grazie ad una serie di servizi ‘intelligenti’, con un’attenzione particolare all’ambiente e ai grandi temi del sociale.

‘La città intelligente’ era il tema del contest digitale ‘Share the Code’, dedicato agli studenti dai 10 ai 14 anni. I ragazzi hanno potuto sviluppare la loro idea di città del futuro realizzando dei video di 60 secondi con smartphone, tablet, fotocamera o videocamera arricchiti con voce, disegni, testi in grafica o musica. Sviluppato da ScuolaDigitaleTIM con la collaborazione di Codemotion e la partecipazione di Olivetti, il contest ha decretato i suoi vincitori, scelti da una giuria composta da giornalisti, sceneggiatori ed esperti di discipline EdTech.

I tre progetti che meglio hanno saputo esprimere creatività, correttezza tecnica, aderenza al tema e capacità di storytelling sono stati ‘Le auto nella città intelligente’, realizzato da Leonardo, 10 anni; ‘Cassonetto intelligente’ realizzato da Federico, 12 anni e ‘CiecoBot – il robot che aiuta le persone ipovedenti’, realizzato da Angelica, 14 anni. Attraverso il contest, i ragazzi si sono messi alla prova creando un progetto digitale che potesse rendere più accoglienti gli spazi che li circondano.

Oltre alla formazione in aula, gli studenti hanno potuto seguire le lezioni anche attraverso la piattaforma ScuolaDigitaleTIM, con 9 video tutorial che hanno reso fruibili a chiunque i contenuti didattici del progetto. ‘Share the Code’ è stata la fase finale di ScuolaDigitaleTIM, il progetto nazionale, promosso da TIM nell’ambito del protocollo d’intesa siglato con il Miur, che ha coinvolto 120 classi e oltre 3000 ragazzi di 15 città italiane ai concetti chiave delle nuove tecnologie, all’internet of things e alla Robotica. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it