A Marco Missiroli il Premio Strega Giovani 2019

La cerimonia a Montecitorio, giuria composta da studenti di 55 licei

ROMA – Marco Missiroli con il romanzo Fedeltà (Einaudi) è il vincitore della sesta edizione del Premio Strega Giovani. La cerimonia di proclamazione si è svolta ieri a Palazzo Montecitorio alla presenza del presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico.

Quello di Missiroli, con 55 preferenze su 408 voti espressi, è stato il libro più votato da una giuria composta da ragazze e ragazzi di età compresa tra i 16 e i 18 anni. Al secondo e al terzo posto si sono classificati ex aequo i libri di Marina Mander, L’età straniera (Marsilio), e di Nadia Terranova, Addio fantasmi (Einaudi), che hanno ottenuto 45 voti.

I tre libri più votati dai ragazzi ricevono un voto valido per la designazione dei finalisti al Premio Strega. La giuria è composta dagli studenti di circa 55 licei e istituti tecnici diffusi su tutto il territorio italiano e all’estero (Berlino, Bruxelles, Parigi).

Come nella scorsa edizione hanno partecipato alla votazione i ragazzi del Carcere minorile di Nisida, rappresentati in sala dall’insegnante Maria Franco, e le scuole di Casal di Principe e di San Cipriano D’Aversa, che avevano incontrato i dodici candidati lo scorso 13 maggio.

2019-06-12T17:36:10+02:00