Ho rifatto un test a 74 giorni dal rapporto, ancora negativo...

Ho rifatto un test a 74 giorni dal rapporto, ancora negativo…

Ho avuto un rapporto protetto da pillola e preservativo il 20 febbraio, ma la paura che qualcosa possa essere andato storto mi paralizza da quel momento, complice anche l’amenorrea alla quale mi aveva portato la pillola che assumevo. Ho fatto un primo test a 34 giorni dal rapporto, risultato negativo. Ho smesso la pillola ad aprile perché mi dava troppi effetti collaterali e il non avere il ciclo mi destabilizzava. Ho rifatto un test a 74 giorni dal rapporto, ancora negativo. Dopo 36 giorni dall’ultima pillola è tornato il ciclo, abbondante, durato 6/7 giorni e preceduto da 3 giorni di spotting. Poi, dopo soli 19 giorni dall’inizio di quel ciclo, me n’é venuto un secondo inizialmente scarso ma poi abbondante anch’esso, duratomi una decina di giorni. Ora sono in ritardo e, a parte la tensione al seno che precede solitamente i miei cicli, ancora nulla. Mi vedo gonfia anche se le mie amiche mi ripetono che non è assolutamente cambiato nulla. Il peso è rimasto sempre quello e non ho nausea, svenimenti o altro. Posso stare tranquilla?

Martina, 17 anni


Cara Martina,
innanzitutto a fronte di due test di gravidanza entrambi negativi a 34 e a 74 giorni e due cicli mestruali possiamo assolutamente escludere la possibilità di una gravidanza. Da quanto scrivi ci sembra di capire che l’assunzione della pillola anticoncezionale ti ha portato dei fastidi, motivo per cui hai deciso di interromperla. Il gonfiore di cui parli potrebbe essere legato alla fase premestruale durante la quale può verificarsi un pò di ritenzione oppure al contraccettivo anche se ormai il dosaggio delle pillole sono davvero bassi. Il ritardo potrebbe essere dovuto al fatto che il tuo corpo deve ritrovare un equilibrio dopo la sospensione della pillola, come vedi hai avuto due cicli a distanza di 19 giorni l’uno dall’altro, quindi non vi sono motivi per cui preoccuparsi. Per tutti questi motivi ti consigliamo di attendere serenamente il prossimo ciclo e se il ciclo dovesse continuare a presentarsi in modo molto irregolare e ballerino, valuta la possibilità di ricontattare la ginecologa che ti segue per capire insieme la natura di questa irregolarità. 
Speriamo di esserti stati di aiuto e se hai ulteriori perplessità torna a scriverci!

Un caro saluto!

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it