Roma capitale della moda indie

Roma capitale della moda indie

Dal 4 al 7 luglio torna Altaroma al PratiBus District. La settimana della moda porta in città giovani talenti e brand indipendenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Ad accendere i riflettori sui nuovi designer e sulla moda più visionaria ci pensa ormai da qualche anno Altaroma. Dal 4 al 7 luglio, a Roma, il PratiBus District sarà l’headquarter dell’appuntamento estivo della manifestazione, che porterà in città più di 100 designer e circa 400 studenti delle diverse accademie. Una vetrina dedicata a brand e giovani artisti dove l’imperativo sarà quello di emergere e farsi conoscere. La settimana della moda romana, più esattamente quattro giorni densi di sfilate, talk e incontri, chiamerà a raccolta stampa, buyer provenienti dai maggiori mercati strategici e addetti ai lavori. Un punto d’arrivo per i brand indipendenti e allo stesso tempo un punto di partenza per cogliere opportunità e strumenti mirati. Per capirne le proporzioni vedere la voce fashion hub ma anche Showcase, spazio dedicato a 70 designer italiani che ogni giorno, a rotazione, esporranno le loro collezioni. Una piattaforma nata per dare visibilità e mettere in contatto nuovi mondi del lifestyle italiano con stampa e buyer con la possibilità, da questa edizione, di acquistare on site sui canali e-commerce.

Tra gli appuntamenti è in programma sabato 6 luglio la finale di Who Is On Next?, lo storico scouting project organizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia e rivolto ai nuovi talenti della moda. Set ideale per lo sviluppo della creatività Made in Italy fresca, sperimentale e innovativa, che non ha mai perso di vista la sua storia e la tradizione artigianale, il concorso è un’opportunità unica ed esclusiva per la nascita di molti stilisti, italiani e stranieri, che hanno scelto il nostro paese per realizzare le loro creazioni e rendere reali i loro sogni. Dalle 12 andranno in scena i lavori dei 4 finalisti della categoria accessori (Hibourama, Iuri, Maioranoe Nahiot Hernandez); e una sfilata collettiva con i 5 finalisti della categoria ready-to-wear (Bav Tailor, Daniele Carlotta, Federico Cina, Jing Yue Twins Florence). Tra questi sarà scelto il vincitore da una giuria di esperti, che vede nomi del calibro di Suzy Menkes (Vogue International), Emanuele Farneti (Vogue Italia), Silvia Venturini Fendi (Presidente di Altaroma), Carlo Capasa (Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana) e molti altri rappresentanti del fashion system internazionale.

Ancora sabato, alle 21, l’appuntamento è con la Fashion Digital Night per catalizzare l’attenzione sulla moda “intelligente” e sostenibile. L’iniziativa è promossa da Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con Emotion Wear, Accademia Belle Arti di Napoli, FabLab Frosinone, Dress Coders e Carmen Moffa e prevede l’esposizione di oltre venti progetti di wearable tecnology, digital fabrication e bio material, e la possibilità di incontrare maker e designer che spiegheranno i principi tecnici e tecnologici sui quali si sviluppano gli abiti.

Una nuova partnership internazionale consolida il ruolo di Roma come efficiente osservatorio del fermento culturale e creativo: REBELPIN – Fashion awards by ACTE, il concorso di moda che approda nella Capitale dopo aver calcato le passerelle di altre fashion week europee. ACTE, Associazione Collettiva di Tessuti Europei fondata a Guimarães (Portogallo) nel 1991, è una rete in crescita con l’obiettivo di portare nel futuro le industrie di tessuti, vestiti, pelle, scarpe e accessori, connettendole con la creatività emergente. Una possibilità per i giovani designer di interagire con il mercato e l’industria della moda e del tessile.

In passerella anche i lavori delle accademie di moda, perché Altaroma sa bene quanto la formazione sia alla base del successo. Ad inaugurare la settimana sarà il pre-opening dell’Accademia di Costume e Moda e poi presenti l’Accademia Altieri Moda e Arte, l’Accademia del Lusso, l’Accademia di Belle Arti di Frosinone, l’Accademia di Belle Arti di Napoli, l’Accademia di Belle Arti di Roma, l’Accademia Italiana, l’Accademia Koefia, l’Accademia Moda Maiani e l’Istituto Europeo di Design; chiuderà il calendario la sfilata dei finalisti del “XXIX Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti – CNA FEDERMODA”.

Menzione a parte per Portfolio Review, il momento dedicato alla lettura dei Portfolio under 40 dove studenti di scuole, università, accademie e designer già con collezioni attive avranno la possibilità di mostrare il proprio lavoro a Sara Sozzani Maino, Deputy Editor di Vogue Italia ed Head of Vogue TalentsSimonetta Gianfelici, Fashion Consultant & Talent Scout.

Fiore all’occhiello del legame tra moda, arte e artigianato è infine A.I. Artisanal Intelligence, curata da Clara Tosi Pamphili e Alessio de Navasques, che ricerca e promuove forme di creatività ed espressioni artistiche innovative in connessione con i valori della tradizione artigianale italiana. L’Exhibit di questa stagione, intitolata “The Shape Of Water”, ruoterà attorno al tema della “nascita e rinascita dello stile nell’acqua”.

Le info sugli appuntamenti della Settimana della Moda di Roma sono disponibili in tempo reale su www.altaroma.it.

Diregiovani è media partner della rassegna.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it