Taylor Swift contro tutti. La battaglia dei diritti entra nel vivo

Taylor Swift contro tutti. La battaglia dei diritti entra nel vivo

La Ithaca Holdings di Scooter Braun ha acquisito per 300 milioni dollari l’etichetta Big Machine Label Group, che possedeva la musica dell'artista
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Taylor Swift ha sempre tenuto molto al fatto che la sua musica non fosse posseduta da persone estranee a lei, che i diritti dei suoi brani non fossero svenduti soltanto per denaro. Purtroppo per lei, questo weekend è successo quello che non avrebbe mai voluto.

La Ithaca Holdings di Scooter Braun, manager di artisti come Justin Bieber, Ariana Grande e Demi Lovato, ha acquisito per 300 milioni dollari l’etichetta Big Machine Label Group.

Taylor Swift VS Scooter Braun

La casa discografica deteneva tutti i diritti della cantautrice e demo originali da quando ha cominciato a registrare a 15 anni. Con la vendita tutto è passato nelle mani di Braun. Un personaggio con il quale non ha mai avuto buoni rapporti perché per anni ha attuato atti di “bullismo e manipolazione” nei suoi confronti.

Una frase che ha spiegato sul suo profilo Tumblr: “Come quando Kim Kardashian ha registrato una mia telefonata senza permesso e poi l’ha pubblicata. Poi Scooter Braun ha sguinzagliato i suoi due clienti insieme perché mi facessero prepotenze online. O quando il suo cliente, Kanye West, ha organizzato un video musicale di vendetta in cui si vede il mio corpo nudo”. 

Secondo la versione di Taylor, lei non avrebbe mai avuto la possibilità di acquistare i suoi diritti dalle mani di Scott Borchetta della Big Machine Label Group. Così, lo scorso novembre ha lasciato la casa discografica per approdare in Universal. Quest’ultima pubblicherà il 23 agosto il suo nuovo album, “Lover”

A sua volta, Borchetta ha risposto alla Swift senza mezzi termini: “Taylor ha avuto tutte le possibilità al mondo di possedere non solo i master delle sue registrazioni, ma ogni video, fotografia, tutto ciò che riguarda la sua carriera ma ha scelto di andarsene”.

Justin Bieber e Demi Lovato difendono Scooter Braun

Come se non fosse abbastanza carne al fuoco, Justin Bieber e Demi Lovato sono corsi in difesa di Scooter Braun. 

Bieber si è scusato per il post di cui Taylor ha pubblicato una foto e poi ha attaccato la cantante per come ha gestito la cosa su Twitter.

“Che tu prenda i social e li usi perché la gente odi Scooter non è giusto – ha scritto la popstar – cosa stavi cercando di ottenere con quel post? Sapevi che i tuoi fan avrebbero poi bullizzato Scooter”. La soluzione secondo Bieber sarebbe una sola: “L’unico modo in cui possiamo risolvere il conflitto è la comunicazione. Sia Scooter che io vogliamo il meglio per te”.

Scooter è diventato manager di Demi lo scorso maggio. Nelle storie, così. l’artista lo ha difeso: “Ho avuto a che fare con persone cattive in questo ambiente e Scooter non è una di queste“.

Come si concluderà la querelle non è dato saperlo. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it