Dall'Europarlamento alla Bce: viaggio tra le istituzioni dell'Unione europea

Dall’Europarlamento alla Bce: viaggio tra le istituzioni dell’Unione europea

A poco meno di 15 giorni dall'elezione di David Sassoli come presidente dell'Europarlamento, oggi sarà eletto il nuovo presidente della Commissione europea. Ecco un punto per saperne di più
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A poco meno di 15 giorni dall’elezione di David Sassoli come presidente dell’Europarlamento, oggi sarà eletto il nuovo presidente della Commissione Europea. Tra i candidati anche Ursula von der Leyen, ministro della Difesa del governo di Angela Merkel, che in caso di vittoria diventerebbe la prima donna al vertice dell’Unione. Ma quali sono gli organi che compongono l’Unione Europea e quali sono le loro funzioni? Proviamo a fare chiarezza:

L’Unione europea è un’organizzazione internazionale politica ed economica a carattere sovranazionale, che comprende 28 paesi membri indipendenti e democratici d’Europa. Quattro sono agli avvenimenti importanti che ne caratterizzano la storia:

  1. Il Trattato di Roma, firmato il 25 marzo del 1957 a cui si riconduce la sua formazione
  2. Il Trattato di Maastricht del 7 febbraio 1992, a cui l’Ue deve la sua denominazione e struttura attuale
  3. L’entrata dell’euro (la valuta unica) nel 2002
  4. Il Trattato di Lisbona che si occupa di ripartire le competenze tra Unione e Stati membri e tutelare i diritti fondamentali. E’ noto anche per aver riorganizzato le ‘sette istituzioni’, ossia i principali organi dell’Unione europea. Vediamo quali sono:
  • La Commissione Europea: detiene il potere esecutivo e quello di iniziativa legislativa e ha sede a Bruxelles. E’ composta da un commissario per Stato Membro. Tutti i suoi componenti, Presidente compreso, durano in carica cinque anni e sono nominati dal Consiglio europeo anche se per essere eletti devono avere l’approvazione del Parlamento europeo.
  • Il Parlamento Europeo: ha sede a Strasburgo, ma i suoi lavori si snodano tra Bruxelles e Lussemburgo (sede del segretariato). Detiene il potere legislativo che condivide con il Consiglio dell’Unione europea. I suoi membri, 751, vengono eletti direttamente dai cittadini dell’Unione ogni cinque anni compreso il presidente che per prassi rimane in carica due anni e mezzo. Il numero di eurodeputati per ogni paese è proporzionale alla popolazione di ciascuno di essi, secondo i criteri della proporzionalità degressiva: un paese non può avere meno di 6 o più di 96 eurodeputati. Tra le sue competenze figurano in primis quelle  di vigilanza (si occupa del monitoraggio elettorale, svolge un controllo democratico su tutte le istituzioni dell’UE) e di bilancio (elabora il bilancio dell’Unione europea, insieme al Consiglio, approva il bilancio di lungo periodo dell’UE, il “quadro finanziario pluriennale”).
  • Il consiglio europeo: ha sede a Bruxelles. E’ formato dai capi di Stato o di governo dei paesi dell’UE (che sono assistiti dai ministri degli esteri e da un membro della Commissione), dal presidente del Consiglio europeo e dal presidente della Commissione europea. Tra i suoi compiti c’è quello di definire l’agenda politica dell’Unione europea e rappresenta il livello più alto di cooperazione politica tra paesi dell’Ue. L’attuale presidente è Donald Tusk.
  • Il consiglio dell’Unione europea: ha sede a Bruxelles. E’ composto dai ministri dei governi di ciascun paese dell’UE competenti per la materia in discussione. Per quanto riguarda la presidenza, ogni paese dell’Ue la esercita a rotazione, per un periodo di 6 mesi. Attenzione: non va confuso con il consiglio europeo (che si riunisce ogni tre mesi, in cui i leader si incontrano per delineare le direttrici politiche dell’Unione) né tantomeno con il Consiglio d’Europa che non è un’istituzione dell’UE. Tra i compiti del Consiglio dell’Unione europea ci sono l’approvazione del bilancio annuale dell’Ue e il coordinamento delle politiche dei paesi aderenti.
  • Corte di giustizia dell’Unione europea: ha sede a Lussemburgo. Il suo compito è vigilare e garantire che il diritto dell’UE venga interpretato e applicato allo stesso modo in ogni paese europeo. E’ composta da due giudici per paese europeo, per un totale di 56, più 11 avvocati generali.
  • Corte dei conti: ha sede a Lussemburgo. Il suo compito è controllare che i fondi dell’UE siano raccolti e utilizzati correttamente, e contribuire a migliorare la gestione finanziaria dell’UE. I membri che la compongono sono 28, uno per ogni paese.
  • Banca centrale europea (Bce): ha sede a Francoforte sul Meno. Il suo compito è di guidare la politica economica e monetaria dell’UE, controllare l’Euro e mantenere i prezzi stabili. Il presidente è Mario Draghi.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it