Jovanotti pubblica a sopresa il brano Luna e ringrazia Parmitano

Jovanotti pubblica a sopresa il brano Luna e ringrazia Parmitano

Il celebre brano di Gianni Togni del 1980, è la canzone che Lorenzo ha scelto per festeggiare i suoi 50 anni dall’allunaggio del 20 luglio 1969
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A sorpresa sbarca sulla terra LUNA, nella nuova versione di Jovanotti prodotta e arrangiata da Rick Rubin, disponibile da oggi su tutte le piattaforme di musica in streaming e digital download. Il celebre brano di Gianni Togni del 1980, è la canzone che Lorenzo ha scelto per festeggiare i suoi 50 anni dall’allunaggio del 20 luglio 1969.

“Il bianco e nero della diretta della Rai con Tito Stagno e Ruggero Orlando – racconta Lorenzo- è il primo ricordo cosciente della mia vita. Intendiamoci, avevo 3 anni e non sapevo chi fossero e cosa stessi guardando, l’ho scoperto molto dopo, ma ho quel ricordo nell’iride ed è lì stampato da quella sera. Me lo tengo stretto. In quel ricordo ci sono i miei genitori, i miei fratelli, la mia infanzia e tutto il mio futuro. Luna. 20 luglio 1969”.

La luna è una presenza costante nell’opera di Lorenzo e quella notte del 1969 è ben radicata nella sua storia personale come in quella del mondo intero. Impegnato nel trionfale giro del Jova Beach Party, che oggi farà tappa a Barletta, Lorenzo racconta quanto sia stato profondo il segno che quella sera di 50 anni fa ha lasciato nella sua vita.

I saluti di Jovanotti a Luca Parmitano

“Buon volo Comandante @astro_luca”. E’ il saluto che Lorenzo Jovanotti invia all’astronauta Luca Parmitano, che proprio oggi partirà per una nuova misisone nello spazio. Parmitano riceve e ringrazia: “Grazie Jova. Nessuna paura di cadere. Solo voglia di volare. Meravigliosa vertigine”.  Saluti anche da Luca Bizzarri: “Viva @astro_luca. Che bello sapere che ci sono italiani cosi’, persino su Twitter”. In un nuovo tweet Luca Parmitano scrive: “L’orologio segna un Mission Elapsed Time di -6 ore. Dopo 16 giorni di quarantena, @AstroDrewMorgan, ‘Sansanech’ e io ci dirigiamo verso uno spazio ancora più piccolo – i nostri sedili della Soyuz MS13! Ci sentiamo freschi e puliti per ora: la prossima vera doccia sarà tra 6 mesi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it