Tarantino, buono il debutto al box office Usa ma la Peta lo attacca

Tarantino, buono il debutto al box office Usa ma la Peta lo attacca

L'organizzazione no-profit ha diffuso un comunicato in cui critica il regista per il ruolo del pitbull Sayuri che nel film interpreta Brandy
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Se il debutto per ‘C’era una volta a…Hollywood’ di Quentin Tarantino ha riscosso grande successo ai botteghini Usa non si può dire lo stesso sul consenso della Peta. L’organizzazione no profit a sostegno dei diritti animali ha infatti pubblicato un comunicato in cui critica la presenza del pittbull Sayuri che nel film interpreta Brandy, il cane da compagnia dello stunt-man Cliff Booth (Brad Pitt).

Il comunicato della Peta

In particolare, a far scattare l’indignazione della Peta è stato il fatto che il cane provenisse da un allevamento. Ecco perché: “I pitbull sono i più maltrattati tra i cani, e in un sol colpo, in maniera spensierata, Tarantino ha fatto molto per esacerbare la situazione, procurandosi addirittura il cane da un noto allevatore per ‘C’era una volta a… Hollywood'”. I pitbull vengono incatenati, messi in gabbia, trascurati, affamati, picchiati, dati alle fiamme e usati per combattimenti mortali. Come il cane presente in questo film, le loro orecchie vengono mozzate per dare un aspetto più cattivo. Rappresentazioni irresponsabili come questa sono tra i motivi per cui i pitbull riempioni i canili del nostro Paese. Mentre molte associazioni fanno il possibile per aiutare questi animali – soprattutto facendo chiudere gli allevamenti di pitbull -, Tarantino ha fatto fare alle loro lotte un passo indietro. Peggio per lui”.

Il ‘super cane’ di Tarantino

In attesa che Tarantino e il suo entourage rispondano alle critiche della Peta, va detto che il regista aveva scelto Sayuri per richiamare il ruolo dei cani ‘super eroi’ (come Lassie) dell’epoca in cui è ambientato il film. L’interpretazione del pitbull diretto da Tarantino inoltre, è stata apprezzata anche dagli addetti ai lavori tanto che al Festival di Cannes è stato premiato con il ‘Palm Dog Award’, premio assegnato ai migliori interpreti a quattro zampe. 

Successo al botteghino

Peta a parte, il film con Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie ha riscosso molto successo al botteghino guadagnando circa 40,4 milioni di dollari nel suo weekend di apertura.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it