La Siberia è in fiamme: gli incendi bruciano oltre 3 milioni di ettari

Preoccupazione per l'impatto ambientale e il surriscaldamento globale

Non si arrestano le fiamme che nelle ultime settimane hanno bruciato oltre 3 milioni di ettari della Grande foresta del Nord in Siberia.
Un numero di incendi senza precedenti che, sottolinea l’Organizzazione meteorologica mondiale, in un mese hanno emesso tanta CO2 quanto l’intera Svezia in un anno.

Preoccupazione a livello globale per l’impatto ambientale e il surriscaldamento, che potrebbe accelerare lo scioglimento dei ghiacci nell’Artico.
Ancora ignota la natura degli incendi, alimentati dalle alte temperature e dai forti venti.

“Gli incendi nel circolo polare – denuncia Greenpeace – sono estremamente pericolosi per il clima perché producono ‘black carbon’, particelle nere che finiscono nell’Artico e accelerano lo scioglimento dei ghiacci e il riscaldamento globale. Il Black carbon è una delle cause maggiori dei cambiamenti climatici, dopo la CO2″.

 

2019-08-02T13:49:55+02:00