Taylor Swift da record. Negli USA "Lover" è il disco più venduto del 2019

Taylor Swift da record. Negli USA “Lover” è il disco più venduto del 2019

A VPN is an essential component of IT security, whether you’re just starting a business or are already up and running. Most business interactions and transactions happen online and VPN
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il nuovo disco di Taylor Swift era un successo già annunciato, ancor prima della sua pubblicazione lo scorso 23 agosto. Ora arrivano le conferme. “Lover” è il disco più venduto negli USA del 2019. Ha superato ufficialmente “A star is born”, colonna sonora del film omonimo cantata da Lady Gaga e Bradley Cooper.

A sole 24 ore dall’uscita, il disco aveva generato le vendite settimanali più alte registrate nel corso dell’anno. I 18 brani di cui si compone la raccolta hanno immediatamente conquistato Spotify, ottenendo un totale di 2 milioni di stream soltanto nel giorno di release e posizionandosi nella Top50 dei brani più ascoltati sulla piattaforma (4 addirittura in Top10). Prima del lancio, inoltre, “Lover” ha generato 1.5 miliardi di stream totali e quasi un milione di preordini in tutto il mondo.

La performance ai VMAs 2019

Taylor Swift Performs 'You Need to Calm Down' & 'Lover' | 2019 Video Music Awards

Taylor ha debuttato live con due pezzi del disco agli ultimi MTV Video Music Awards. La cantante si è esibita con “You need to calm down” e “Lover”. Un’esibizione potente, coloratissima ed emozionante. 

L’artista, quest’anno regina di nomination (10) insieme ad Ariana Grande, si è aggiudicata il prestigiosissimo “Video of the Year”, il “Video for Good” con il videoclip di “You Need To Calm Down” e il “Best Visual Effects” con quello di “Me!”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it