Ancora amaro tra Francesco Facchinetti e Irama. La situazione passa in mano agli avvocati

Ancora amaro tra Francesco Facchinetti e Irama. La situazione passa in mano agli avvocati

Secondo il settimanale Chi, i due non sarebbero riusciti a ricucire. Anzi...
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Quando qualcosa si rompe è difficile ripararla. Lo sanno bene Francesco Facchinetti e Irama, reduci – secondo rumors sempre crescenti – di battibecchi che li avrebbero portati a concludere il loro rapporto. Di conferme ufficiali non ne sono mai arrivate ma Chi, nel numero in edicola questa settimana, non solo dà per certa la separazione ma parla di un peggioramento della situazione. La questione, infatti, ora sarebbe in mano agli avvocati.

Alla base di tutto, secondo quanto emerso, ci sarebbero motivi economici (conti non pagati) ma anche una sorta di rivalità che Irama avrebbe nei confronti di Riki (rappresentato come lui da NewCo Management di Facchinetti). Ovviamente si tratta di ipotesi non confermate. 

Cosa certa è che qualcosa è successo visto lo sfogo social dell’ex Dj Francesco, che lo scorso luglio su Instagram ha detto:

Da oggi ho un nemico in più da abbattere. Era da un po’ di mesi che non avevo più nessuno nel mirino. Oggi mi sono svegliato con  una persona a cui tenevo moltissimo, questa è una persona a cui ho dedicato tanto tempo della mia vita ultimamente, mi ha tradito, mi ha preso in giro, mi ha preso per il cu*o, mi ha raccontato un sacco di frottole e di balle. Quindi mi sono svegliato molto inca**ato. Detto questo mi rivolgo a te, tu che lo sai, te la farò pagare fino alla fine dei tuoi giorni, è così

Irama, poco dopo, ha pubblicato un selfie con dito medio alzato. A chi fosse riferito non è dato saperlo. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it