Pillole di stile. Come vestirsi per i colloqui di lavoro

Pillole di stile. Come vestirsi per i colloqui di lavoro

Dalle aziende creative agli studi legali. Ecco come vestirsi per fare una buona impressione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

“Lo stile è l’uomo (fr. le style est l’homme même, frase pronunciata da G.-L. Buffon all’Accademia di Francia nel 1752), espressione spesso usata per significare che dai più piccoli particolari è possibile giudicare il carattere di una persona nel suo complesso”

(Enciclopedia Treccani )

ROMA – Dallo stile non se ne esce. Troveremo sempre qualcuno pronto a giudicarci online o di persona per i capi di abbigliamento indossati o per l’abbinamento di colori scelti quel giorno, in quella occasione, in quel contesto. Questo discorso vale ancora di più nel mondo del lavoro dove i colori e lo stile dell’azienda sono studiati attentamente per incrementare le vendite e inviare messaggi chiari ai dipendenti e ai clienti. E se sei freelance o vuoi esserlo? Sarai tu con il tuo stile personale a creare il tuo personal branding e la tua immagine da comunicare al tuo target. Ora la domanda è: “ma esiste uno stile che vada bene per tutti i colloqui di lavoro indipendentemente dalla azienda a cui abbiamo inviato la nostra job application?” La risposta è semplicemente “no” ma con un’accurata e mirata ricerca sull’azienda di nostro interesse e un pizzico di intuizione potremo carpire diverse informazioni utili.

Quando venite chiamati per un colloquio e dopo aver ricercato sui social e internet l’azienda in questione, ponetevi le seguenti domande prima di scegliere l’outfit giusto per voi:

1. È una posizione che richiede contatto con il pubblico/clienti o no?
2. E’ un ambiente di lavoro informale o formale?
3. E’ una posizione creativa o più istituzionale?
4. Che immagine di me voglio comunicare?

Le società e le aziende creative (pubblicità, marketing, fashion, informatica) saranno tendenzialmente più focalizzate nel capire se siete dei veri creativi e brillanti e non pretenderanno di vedervi in giacca e cravatta a meno che non faccia parte della loro stretta politica aziendale.

Business Casual Outfits Men

Business casual outfits Women

Al contrario gli studi legali, istituzionali, finanziari, alberghieri, beni e servizi di lusso e simili dedicheranno una maggiore attenzione allo stile, capi su misura e tessuti da voi scelti, nonché accessori da voi indossati. Ogni dettaglio comunicherà qualcosa di voi per cui non lasciate al caso un momento così importante della vostra carriera. Vivetela con serietà ma anche con naturalezza sapendo che: capelli, trucco, viso e mani sono le parti più esposte per cui presentatevi ordinati e curati.

Business formal outfits Men

Business formal outfits Women

Un espediente utile è “indossare la coperta di Linus”: scegliere cioè un capo a voi caro o un piccolo accessorio da indossare che vi aiuti ad affrontare il momento dell’intervista con più sicurezza e comfort psicologico. Se avete un capo di preferenza, a meno che non sia una camicia hawaiana multicolore e floreale (e in quel caso vi consiglio di trovare un’altrettanta alternativa valida a meno che non andiate a lavorare in un’isola tropicale) indossatelo perché potrebbe aiutarvi a sentirvi più sicuri e rilassati. Il segreto per farlo apparire più in linea con il colloquio sarà abbinarlo con i colori giusti e con altrettanti capi in linea con lo stile scelto.

Regola generale è indossare capi che non siano né troppo stretti né troppo larghi ma su misura in modo da valorizzare la vostra figura ed essere liberi di muovervi senza risultare impacciati.

L’intervista è un momento in cui il reclutatore analizzerà vari elementi tra cui l’armonia tra ciò che dite e come lo comunicate. Cercate l’equilibrio tra le due cose e soprattutto siate voi stessi e credete nella vostra unicità.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it