Milano, un calcio al razzismo in memoria di Italo Siena

Iniziativa del Naga con UNHCR per ricordare suo fondatore

MILANO – Ancora una volta, lo sport che unisce. Unisce popoli, tradizioni, ricordi. Come il torneo ‘Un calcio al razzismo’ organizzato a Milano per sabato 21 settembre in memoria di Italo Siena. Sedici squadre miste per una giornata di calcio e partecipazione, nei campi del ‘Club Milano’, promossa per il quarto anno di fila dal ‘Naga’, e quest’anno insieme a ‘Pettirosso APS’ e ‘St. Ambroeus FC’ con il supporto di ‘Intersos’ e UNHCR Italia – agenzia ONU per i Rifugiati.

Italo Siena, medico milanese mancato nel 2015, è stato fondatore del ‘Naga’, organizzazione di volontariato che da circa 30 anni si occupa di garantire assistenza socio-sanitaria ai cittadini stranieri. “Un’associazione fa delle cose concrete, non siamo né un partito né un sindacato e non dobbiamo sostituire pezzi di Stato mancante- diceva Italo Siena- il volontariato deve trovare nuove ricette, coprire zone d’ombra, sperimentare, praticare e fare luce su fenomeni nascosti”.

Così, da uno – il fondatore – sono diventati 400 i volontari che quotidianamente, attraversi gli sportelli dell’associazione, offrono assistenza sanitaria, legale e sociale gratuita a cittadini stranieri irregolari e non, a rom, sinti, richiedenti asilo, rifugiati e vittime della tortura. Parallelamente il ‘Naga’ porta avanti attività di formazione, documentazione e lobbying sulle istituzioni. Con la speranza, dicono, di “estinguerci quando gli organismi pubblici preposti assumeranno concreta e diretta gestione dell’immigrazione”.

2019-09-18T16:39:31+02:00