Tg Scuola - edizione del 20 settembre 2019

Tg Scuola – edizione del 20 settembre 2019

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Tutti a Scuola, a L’Aquila l’inaugurazione dell’anno scolastico 

“Questa scuola è un simbolo perché non ha mai smesso di funzionare, neanche nei giorni più difficili seguiti al terremoto. E oggi rappresenta il desiderio e l’impegno per uscire da una provvisorietà durata troppo a lungo”. Con queste parole il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. ha inaugurato il nuovo anno scolastico nel cortile della scuola primaria ‘Mariele Ventre’ de L’Aquila, scelta come simbolo a dieci anni dal terremoto che colpì la zona. Circa 1000 alunni da 350 istituti hanno partecipato alla cerimonia ‘Tutti a scuola’, insieme a numerose personalità del mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport accompagnati dal presidente del CONI, Giovanni Malagò, e dal presidente del Comitato Paralimpico, Luca Pancalli. Sul palco è intervenuto anche il neo ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, che ha sottolineato il ruolo degli insegnanti, definendoli veri e propri “eroi civili” ai quali si dovrebbe adeguare lo stipendio anche perché “se i buoni insegnanti sono costosi, i cattivi maestri costano molto di più”, ha commentato.

Preside Marini: “Tecnologia e sapere sono i pilastri dell’istituto”

Da quest’anno tante novità all’Istituto Agrario Emilio Sereni di Roma tra cui la nascita della Locanda del Pellegrino. Ecco l’intervista a Patrizia Marini, dirigente scolastica della scuola. 

L’Aquila, i docenti per ricostruire la memoria 
“La scuola sta ricostruendo la memoria grazie alle insegnanti che riportano i ragazzi nel centro storico, per ricostruire una memoria che non hanno”. Sono le parole di Agata Nonnati, la dirigente scolastica della scuola primaria ‘E.De Amicis’ de L’Aquila, scuola simbolo del centro storico, accanto alla chiesa di San Bernardino, oggi spostata in periferia nel Modulo a uso scolastico provvisorio; uno dei migliori fra quelli costruiti ormai 10 anni fa. Una struttura su due piani, con una palestra, la mensa, e che ospita 394 studenti della primaria e oltre 150 ragazzi dell’infanzia.  Oggi in questa scuola c’è la ‘generazione terremoto’, fatta di ragazzi che non conoscono l’Aquila com’era. “Abbiamo accolto tutti i bambini, facendo rientrare anche chi era sulla costa, è stata una grande prova della tenuta della scuola come comunità- ha evidenziato la dirigente scolastica- Un modo per riaggregarci, per ritrovarci e stare insieme. È una scuola sempre aperta, anche nel pomeriggio per le attività sportive, è una risposta che diamo al territorio”.
 

 
Dalle scuole:
 
Istituto superiore Leonardo da Vinci di Maccarese 
Il 23 settembre uno spettacolo teatrale per ricordare Salvo d’Aquisto, il vice brigadiere che si sacrificò per salvare ventidue persone da una fucilazione nazista.
 
Liceo Minghetti di Bologna 
Una scuola a porte aperte per accogliere i nuovi studenti attraverso la condivisione e il coinvolgimento.
 
Istituto Einaudi di Roma 
La scuola organizza dal 3 al 6 ottobre il primo hackathon dedicato al mare che si terrà sull’isola di Ventotene.
 
Liceo Picasso di Pomezia
Inaugurata l’aula arredata grazie al progetto ‘Idee di cartone’, nato dalla sinergia fra il liceo artistico ‘Pablo Picasso’ di Pomezia e tre aziende del territorio impegnate nell’ideazione di oggetti di design ecosostenibili. 
 
Istituto Giotto-Ulivi di Borgo San Lorenzo (Firenze) 
Gli studenti hanno scritto all’azienda delle famose penne Bic per chiedere che i loro prodotti diventino il più possibile compatibili con l’ambiente. 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it