Diregiovani lancia sondaggio 'Generazione Green'

Diregiovani lancia sondaggio ‘Generazione Green’

Iniziativa nell'ambito della 'Covering Climate Now' verso summit Onu a New York
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A fine luglio, il ministro per l’Ambiente Sergio Costa, commentando le foto di Luca Parmitano che dallo spazio lanciava l’ennesimo grido di allarme sulla estensione dei cambiamenti climatici in atto, sosteneva che “noi non stiamo immaginando di essere nei cambiamenti climatici, noi siamo dentro i cambiamenti climatici”.

Il ministro proseguiva aggiungendo che “non si salva il mondo da soli, lo si salva insieme agli altri e l’Italia vuole essere leader e porta questa leadership in Europa, per poi portarla insieme all’Europa a livello mondiale”. Ma “quel che è fondamentale è che si agisca in fretta: la scienza deve avere una ricaduta sulla società e la politica ha un ruolo fondamentale in questo” hanno incalzato gli esperti dell’IPCC, l”Intergovernmental Panel on Climate Change’, ovvero il principale organismo internazionale per la valutazione dei cambiamenti climatici.

Una borraccia al giorno leva il cambiamento climatico di torno, recita un antico proverbio. O forse no. Ma si può rimaneggiare un po’ la massima sulla mela e il medico per discutere l’utilità di piccole azioni quotidiane a favore del clima e dell’ambiente? Si può – o si deve – chiedere ai millennials, e perché no, anche ai più grandicelli, cosa sanno di questo cambiamento climatico che è sempre più una questione politica? È emergenza, è crisi, siamo già in un ritardo irreparabile? I giovani delle generazione cosiddetta Y sono realmente ‘green’, cioè consapevoli dei rischi e attenti alla sostenibilità? Quali buone pratiche adottano e quali si possono adottare? Come incidono i nostri consumi alimentari e culturali in senso lato? Cosa chiedere o pretendere dalle istituzioni governative?
Per rispondere a queste domande e indagare la conoscenza e la percezione della questione climatica tra i giovani, diregiovani.it ha lanciato un sondaggio.

Chiunque può rispondere in modo anonimo seguendo questo link: https://forms.gle/J7Mo3PcyBS9e8X9v9

Il questionario si inserisce all’interno di una campagna di comunicazione e informazione che l’agenzia Dire sta conducendo insieme alla rete di scuole che tutto l’anno partecipano al progetto di giornalismo ‘La scuola fa notizia’.

Inoltre, l’agenzia Dire ha aderito al ‘Covering Climate Now’, l’iniziativa internazionale promossa dalla ‘Columbia Journalism Review’ insieme a ‘The Nation’. Obiettivo: dedicare la settimana dal 16 al 23 settembre- giorno del summit Onu a New York- alla divulgazione di informazioni approfondite sul tema del cambiamento climatico.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it