Clima, l’istituto Giordano di Venafro presenta progetto con diregiovani.it

VENAFRO (ISERNIA) – “Sono contenta di vedere tutti questi ragazzi che manifestano per una causa cosi’ importante oggi; mi ricordano i giovani che negli anni ’40 si batterono contro il nazifascismo, o quelli dei movimenti del ’68 che portarono un cambiamento radicale partendo proprio dalla scuola”. Così Marialuisa Forte, dirigente degli Ambiti Territoriali dell’Usr Molise, […]

VENAFRO (ISERNIA) – “Sono contenta di vedere tutti questi ragazzi che manifestano per una causa cosi’ importante oggi; mi ricordano i giovani che negli anni ’40 si batterono contro il nazifascismo, o quelli dei movimenti del ’68 che portarono un cambiamento radicale partendo proprio dalla scuola”. Così Marialuisa Forte, dirigente degli Ambiti Territoriali dell’Usr Molise, questa mattina all’iniziativa di presentazione del progetto ‘Giovani per la sostenibilità ambientale’, promosso dall’istituto omnicomprensivo ‘Giordano’ di Venafro, in collaborazione con l’agenzia di stampa Dire e diregiovani.it, e finanziato del ministero dell’Istruzione.

“Spero che anche oggi, nel 2019, voi giovani riuscirete a innescare il cambiamento di cui abbiamo bisogno- continua Marialuisa Forte – ma davanti a una tale complessità non ci sono soluzioni facili, per questo sono indispensabili progetti per sviluppare competenze efficaci per affrontare queste sfide che sono mondiali, in un mondo in cui e’ tutto interconnesso. Ci affidiamo quindi a voi giovani, che avete la vita davanti, la forza e l’entusiasmo che a noi a volte viene meno. Noi adulti resteremo dietro di voi a sostenervi, ma voi ragazzi dovete fare quel passo in avanti in grado di iniziare il cammino per il cambiamento”.

Un cammino che il progetto presentato questa mattina cerca di indirizzare e sostenere, fornendo agli studenti un bagaglio di competenze specifiche sulle tematiche ambientali e su come esse vengono trattate dai mezzi di comunicazione. “La scuola deve aprirsi ai temi esterni che entrano a pieno titolo nelle competenze trasversali- dichiara Carmela Concilio, dirigente scolastica del ‘Giordano’- sappiamo che i ragazzi si appassionano subito a questa tematica perché ne va del loro stesso futuro e ne sono sempre più coscienti. Con questo progetto vogliamo sviluppare questa presa di coscienza attraverso un confronto con gli enti del territorio, ma anche mettere in campo comportamenti virtuosi, dotare gli studenti di borracce, distributori d’acqua a scuola e puntare sul riciclo”.

Il progetto ‘Giovani per la sostenibilità ambientale’ parte dal ‘Giordano’ di Venafro ma con lo scopo di creare una rete di scuole ‘green’ in tutto il territorio nazionale ed estendere il più possibile la riflessione sul tema. La collaborazione con l’agenzia Dire e diregiovani.it si concretizzerà su due livelli: da un lato, i giornalisti dell’agenzia terranno dei corsi di giornalismo a scuola con un focus sulle questioni ambientali; dall’altro, attraverso i canali dell’agenzia, verrà diffusa una campagna specifica per valorizzare le iniziative e le riflessioni ecologiche che emergono dalle scuole.

“Ci siamo chiesti cosa può fare un giornalista per intervenire in modo efficace contro il cambiamento climatico- spiega Marta Nicoletti, giornalista dell’agenzia Dire- e la risposta è ovviamente di usare i mezzi che abbiamo a disposizione, nel modo più positivo possibile, per sensibilizzare e tenere viva l’attenzione sul tema. Oggi ad esempio, per il terzo sciopero globale contro il riscaldamento climatico, la redazione sta seguendo da vicino le varie manifestazioni in Italia e la scorsa settimana abbiamo aderito a una campagna internazionale di sensibilizzazione sulla crisi climatica, raccontando storie e opinioni dei ragazzi”.

Un’attenzione particolare sarà rivolta all’utilizzo dei social media, perché “se usati nel modo opportuno possono essere un valido strumento per comunicare direttamente con i giovani- continua Marta Nicoletti- che diventeranno i soggetti promotori della ‘redazione green’, perché pubblicheremo i loro articoli, i video e le interviste sul tema. Come sempre, vogliamo essere il megafono delle iniziative e dei contributi che emergono dalle scuole”.

La conclusione della presentazione è stata affidata alle parole di Marco Fusco, docente responsabile del progetto, che ha sottolineato l’importanza del carattere trasversale dell’iniziativa, che “interesserà tutte le fasce d’età, dall’infanzia fino alle superiori di secondo grado”.

“Grazie al contributo dell’agenzia Dire- continua Fusco- abbiamo sviluppato un circolo virtuoso con scuole di altre regioni per sviluppare una rete green che, partendo da legami forti con gli enti e le istituzioni locali, possa essere vicina ai nostri ragazzi per cambiare le sorti del nostro territorio e aprire nuovi scenari”. 

venafro ambiente (1)

venafro ambiente (2)

venafro ambiente (3)

venafro ambiente (5)

venafro ambiente (6)

venafro ambiente (7)

venafro ambiente (8)

venafro ambiente (9)


Precedente
Successivo

2019-09-27T15:45:18+02:00