Conte: "Voto ai sedicenni va benissimo, ma si muova Parlamento"

Conte: “Voto ai sedicenni va benissimo, ma si muova Parlamento”

Il presidente del Consiglio ospite a skuola.net
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Abbassare l’età” del voto a 16 anni “ci sta benissimo, a quell’età i ragazzi hanno già una piena maturità psico-fisica. In altri ordinamenti giuridici è già così”. Lo dice il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, su skuola.net. “È iniziata già riflessione”, nell’ambito delle forze politiche di maggioranza che sostengono il governo, continua il premier, “ma ritengo più opportuno- aggiunge- che ci sia un’iniziativa parlamentare”.

NON CI SARÀ LA TASSA SULLE MERENDINE

“Nel Def che approviamo oggi non abbiamo considerato di tassare le merendine. Personalmente- aggiunge il premier- senza voler introdurre meccanismi penalizzanti, ci vorrebbe una prospettiva di meccanismi incentivanti verso il consumo di frutta fresca o latte. Noi dovremmo promuovere la dieta mediterranea contrastando gli stili di vita basati sul junk food (il cibo spazzatura, ndr.). Nei nostri bambini c’è il rischio obesità in 1 su 3. Quindi non e’ da trascurare”.

NON TAGLIEREMO RISORSE, DAREMO SEGNALE SU RICERCA

“Non faremo tagli a scuola e università, vogliamo potenziare il comparto. Abbiamo risorse limitare ma daremo un segnale nell’ambito della ricerca”.  Tra gli interventi a cui dare la priorità, il premier cita i “finanziamenti che non vengono sfruttati per l’edilizia” e poi “avvicinare lo stipendio degli insegnanti alla media europea”. Quanto alla questione concorsi, Conte sottolinea: “Dobbiamo lavorare per assumere i vincitori dei concorsi 2016-2018” e dare “opportunità di assunzioni su basi meritocratiche”, oltre a “riconoscere il punteggio acquisito nel corso degli anni”.

ANDRÒ A PARLARE DI COSTITUZIONE, AMBIENTE E BULLISMO

“Andrò in giro nelle scuole, le selezionerò anche su base geografica, per parlare agli studenti di Costituzione, educazione ambientale e contrasto al bullismo”. Sul bullismo, aggiunge il premier, “giochiamo una partita importante. Serve una cultura del rispetto”.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it