La nuova vita di Piglet, il cane "maialino" sordo e cieco

La nuova vita di Piglet, il cane “maialino” sordo e cieco

Oggi Piglet è molto popolare ovunque vada
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Cieco, sordo e rosa come un maialino. Quando Piglet è venuto al mondo il suo destino sembrava segnato. Le prime settimane di vita le trascorse in un appartamento in Georgia, ammassato con altri 37 cani. Poi la svolta.

Gloria, direttrice del centro di soccorso per animali Colbert Veterinary Rescue Services, venne a conoscenza della sua situazione al limite e salvò il cucciolo da quella situazione limite.
Ma Piglet era molto problematico.

A causa della sua disabilità, richiedeva molte cure e attenzioni costanti, più di quanto il centro riuscisse a garantirgli.
Così Gloria contattò Melissa Saphiro, veterinaria del Connecticut, già proprietaria di altri 6 cani.

Melissa accettò di prenderlo con sé, anche se inizialmente prendersi cura di Piglet fu difficile. Piangeva se lasciato solo ed era terrorizzato dagli altri cani.

A poco a poco le cose sono migliorate. Piglet si è abituato agli altri cani e ha recuperato un pizzico di vista all’occhio sinistro.

La sua mamma umana, inoltre, gli ha insegnato a comunicare usando il tocco come segnale. A seconda di dove viene sfiorato, Piglet capisce se sedersi, aspettare, uscire, etc. Inoltre, per muoversi, può fare affidamento sul suo super-olfatto!

Le avventure di Piglet hanno raggiunto un insegnante di terza elementare in Massachusetts, che ha deciso di utilizzare la sua storia per far capire ai bambini l’importanza di una mentalità positiva e di non arrendersi mai.

Oggi Piglet è molto popolare ovunque vada.

Nel febbraio 2018, ha fatto il suo debutto al New York Pet Fashion Show ed è stato invitato alla parata di The Body Shop Forever Against Animal Testing per consegnare all’ONU oltre 8 milioni di firme contro i test sugli animali.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it