VIDEO| Spaghetti Unplugged è tornato a Roma. L'opening in due minuti

VIDEO| Spaghetti Unplugged è tornato a Roma. L’opening in due minuti

La palestra per le star del futuro è ripartita con la sua settima stagione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sette anni e non sentirli. Puntuale come sempre, Spaghetti Unplugged è tornato al Marmo di Roma con la sua settima stagione: l’ormai celebre open-mic riempie le domeniche della Capitale dal 2013. Dal febbraio scorso, una volta al mese si canta anche a Milano. Dalla prossima domenica, 20 ottobre, la palestra per le star di domani arriverà, per la prima volta, a Bologna. Dopo il successo dell’apertura meneghina, quella di Roma non poteva che essere super attesa. Spaghetti è stato, e continua a essere, culla dei talenti che ascoltiamo in radio e che riempiono i palazzetti di tutta Italia. Gazzelle, Gianluca Grignani, Noemi, Motta, Ultimo e i Thegiornalisti sono solo alcuni di questi. Ieri sera al locale di Piazzale del Verano, in tantissimi hanno accolto l’invito per la festa di apertura di Spaghetti. Fila fino a fuori e attesa per entrare sono state inevitabili. Sul palco Mille Punti, Il Muro del Canto, Bussoletti, Akira Manera, MahDoh, Adriano Di Benedetto e (a sorpresa) Willie Peyote. Con loro anche tante aspiranti star. Come funziona Spaghetti Unplugged per loro? Basta iscriversi nella lista dei performer prima delle 20.30. Chiunque può esibirsi per un massimo di 12 minuti con due pezzi ma almeno uno deve essere originale.

Questo, in estrema sintesi, quello che è Spaghetti. Diregiovani era alla sua apertura ieri sera. Ecco, in due minuti, quello che è successo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it