Jeremy Renner, l’ex moglie lo accusa: “Ha minacciato di uccidermi”

La star di Avengers e l'attrice canadese Sonni Pacheco si sono sposati nel 2014 per poi divorziare solo 10 mesi dopo

15 Ottobre 2019

ROMA – Jeremy Renner, sotto effetto di droga ed alcol, avrebbe minacciato l’ex moglie di morte con una pistola, puntandosela successivamente alla tempia e tentando il suicidio. A rivelarlo è il sito americano TMZ, venuto  in possesso di alcuni documenti top secret.

L’attore quarantottenne e Sonni Pacheco, modella e attrice canadese, si sono sposati nel 2014, per poi divorziare solo 10 mesi dopo. Da allora, i due si trovano al centro di una battaglia legale per l’affidamento della figlia di sei anni, Ava.

Non è la prima volta che la donna accusa la star di Avengers di maltrattamenti, verbali e fisici, e di abuso di droga.

Nei documenti precedentemente depositati infatti, c’erano già diversi riferimenti alla presunta tossicodipendenza dell’attore. È stato addirittura citato un caso in cui la tata della loro bambina lo avrebbe sentito dire che sarebbe voluto andare a casa dell’ex moglie per ucciderla e successivamente uccidersi perché ” era meglio per Ava non avere genitori piuttosto che Sonni come madre”.

Nonostante Renner non abbia rilasciato dichiarazioni in merito, a parlare sono stati i suoi legali : “Si tratta di una questione molto delicata di cui si occuperà il tribunale. Ciò che possiamo dire è che per Jeremy l’obiettivo principale è ed è sempre stato il benessere della figlia, Ava”.

2019-10-15T12:29:09+02:00