Sport equestri, il ruolo pedagogico delle attività a cavallo

Sport equestri, il ruolo pedagogico delle attività a cavallo

Intervista a Marco Di Paola, presidente della federazione italiana sport equestri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “I nostri sport sono portatori di valori importanti e sono unici in ambito federale perché l’atleta interagisce con il cavallo- ha dichiarato Marco Di Paola, presidente della federazione italiana sport equestri- e i giovani sviluppano la capacità di captare e capire le esigenze di un altro essere che non può esprimersi a parole. Diamo valore alla natura e al tempo libero e siamo consapevoli del ruolo pedagogico e formativo della Fise nei confronti di ragazzi e ragazze. Le famiglie cercano dei maestri di vita, non solo di tecnica sportiva, per affrontare le problematiche e i disagi dei giovani di oggi”.

A tale scopo la Fise ha siglato il protocollo con il comitato scientifico dell’osservatorio nazionale sul bullismo e doping, presieduto da Patrizia Angelini, per istituire una figura di istruttore DOC (onorabilità certificata). “Abbiamo tante iniziative- ha proseguito Marco Di Paola- di carattere sociale in sinergia con il Quirinale che vengono intraprese presso la tenuta presidenziale di Castelporziano, fortemente volute dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Tra queste c’è ‘Mi curo di te’ che è un progetto rivolto a bambini e bambine, ragazzi e ragazze con disabilità o disagi sociali; tutti i soggetti coinvolti hanno avuto notevoli soddisfazioni nel rapporto con il cavallo che è un meraviglioso terapeuta. E poi ci sono le ‘Ponyadi’ che coinvolgono 1300 giovani da tutta Italia, dai sei a quattordici anni. Delle vere e proprie olimpiadi in cui vengono praticate tutte le discipline con i pony”.

La federazione italiana sport equestri fa parte del comitato italiano paralimpico coltivando la disciplina del paradressage e si è attivata per coinvolgere anche tutte le altre discipline. “Abbiamo un’atleta formidabile nel mondo paralimpico che è Sara Morganti. Ha vinto due medaglie d’oro agli ultimi mondiali e ora parteciperà alle olimpiadi di Tokyo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it