Bologna, il video degli studenti del Salvemini commuove

Bologna, il video degli studenti del Salvemini commuove

Preannuncia uno spettacolo sulla bellezza tratta dalla fiaba di Maurice Maeterlinck
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Gli uomini possono essere belli “come le montagne dove non arrivano i rumori, come una madre che allatta il suo piccolo, come i fiori e le conchiglie che sono pieni di intelligenza”. Se scelgono di essere buoni gli uomini possono essere belli “come il mare che cambia forma che non smetteresti mai di guardare”. È la lezione sulla bellezza degli studenti dell’Itcs ‘Salvemini’ di Casalecchio di Reno (Bologna), che davanti all’obiettivo declamano la forza della natura, la sua potenza a volte devastante: “Fa paura, distrugge, uccide. Non è sempre buona”. E proseguono “Ma la natura è sempre bella. Gli uomini non sempre. Se decidono di essere buoni, allora sono belli”.

Il video, intitolato ‘Bluebird. Una lezione sulla bellezza’, in poche ore ha già fatto centinaia di visualizzazioni e prelude allo spettacolo che andrà in scena il 5 dicembre alle 11 e alle 21 al Teatro comunale Laura Betti di Casalecchio di Reno. Ispirato a ‘L’uccellino blu’, fiaba del premio Nobel Maurice Maeterlinck e all’omonimo film di Maurice Tourner, il tema del video e dello spettacolo è la bellezza nel suo legame con la generosità e la bontà. Un laboratorio sulla solidarietà che ha trovato nel progetto teatrale del ‘Salvemini’ e nel Teatro Comunale Laura Betti gli spazi dove esercitarsi alla bellezza al di fuori degli stereotipi.

Nel video la raccontano sette studenti del ‘Salvemini’ con disabilità dei trenta che realizzeranno lo spettacolo, insieme a quattordici musicisti provenienti dagli istituti superiori ‘Da Vinci’, ‘Laura Bassi’ e ‘Aldini’. “I nostri studenti sono belli nell’accezione più ampia del termine, perché sono in grado, nel contempo, di stimolarci visivamente ed emotivamente in un percorso teatrale di grande complessità”: sono le parole con cui Calo Braga, il preside del ‘Salvemini’ accompagna il video trailer.

Il progetto ‘Generazioni a teatro’ di Massimiliano Briarava è realizzato all’interno del Piano triennale delle arti del Miur, in collaborazione con Ater fondazione, il Teatro Comunale Laura Betti il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. La realizzazione del progetto è a cura di Maria Ghiddi e Cira Santoro mentre quella del laboratorio musicale è di Davide Fasulo e Arianna Rinaldi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it