Milano, all'istituto 'Munari' partito progetto di giornalismo con Diregiovani

Milano, all’istituto ‘Munari’ partito progetto di giornalismo con Diregiovani

Gli studenti faranno parte di un percorso di formazione su Giancarlo Siani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Gli studenti che aderiscono a ‘La scuola fa notizia’, il progetto di giornalismo scolastico dell’agenzia di stampa Dire, dimostrano sempre di saperne più di quanto credono. Un’altra conferma è arrivata questa mattina, quando diregiovani.it ha avviato i percorsi di formazione al giornalismo in una classe dell’istituto comprensivo ‘Munari’ di Milano.

Gli alunni e le alunne della 3D hanno ragionato di giornalismo, prima timidamente e poi sempre più lucidamente, a partire dalla propria esperienza. Hanno portato infatti esempi di fatti realmente accaduti, alcuni anche nella dimensione del loro quartiere, Baggio. Hanno capito che il cronista scrive ciò che vede e così proveranno a fare, girando tra corridoi, viali e vicoli della loro scuola e del loro territorio, proprio come fece Giancarlo Siani.

Quello di questa mattina è stato infatti anche il primo passo per lo sviluppo di un progetto formativo sulla figura di Giancarlo Siani, il giornalista ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985. Sono 4, per ora, gli istituti comprensivi dell’area metropolitana di Milano che, in collaborazione con l’agenzia Dire, approfondiranno la storia e la tecnica giornalistica del cronista napoletano.

Oltre all’istituto comprensivo ‘Munari’, ci saranno anche la scuola ‘Europa’, l’istituto paritario ‘Madre Bucchi’ e l’istituto comprensivo ‘Sorelle Agazzi’. A partire da una selezione di suoi articoli, pubblicati nel libro ‘Giancarlo Siani. Fatti di camorra’, studenti e docenti analizzeranno il testo, rielaboreranno la notizia e attualizzeranno i messaggi veicolati dagli scritti di Siani, per poi produrre contenuti nuovi e multimediali, come interviste o veri e propri tg.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it