Dov'è James? Netflix rilascia il trailer di The End of the F***ing World 2

Dov’è James? Netflix rilascia il trailer di The End of the F***ing World 2

La seconda stagione disponibile dal 5 novembre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

E’ arrivato finalmente il trailer di The End of the F***ing World 2, una delle serie Netflix più apprezzate da critica e spettatori.
Nonostante fosse “perfetta già così”, il colosso dello streaming ha deciso di realizzare una seconda stagione, disponibile dal 5 novembre.
Ma l’astuzia di Netflix è stata quella di non svelare il destino James.
Nel trailer, infatti, il giovane protagonista non compare se non in qualche flashback di Alyssa.

Anche nella trama ufficiale Netflix non si sbottona:

Alyssa (Jessica Barden, The Lobster) sta ancora subendo le ripercussioni degli eventi della prima stagione. Nei nuovi episodi debutta il personaggio di Bonnie, interpretato dalla vincitrice del premio BIFA Naomi Ackie (Lady Macbeth, Star Wars: Episodio IX), una outsider con un passato complicato e un misterioso legame con Alyssa.

Non resta che aspettare il 5 novembre per scoprire che fine ha fatto James (Alex Lawther, Black Mirror).

The End of the F***ing World 2

Lo scrittore inglese Charlie Covell torna come sceneggiatore della seconda stagione di The End of the F***ing World, ispirata ai personaggi dell’omonima serie di fumetti di Charles Forsman. Le canzoni originali e la colonna sonora saranno nuovamente a cura di Graham Coxon. Le registe inglesi Lucy Forbes (In My Skin) e Destiny Ekaragha (Gone Too Far) dirigeranno rispettivamente il primo e il secondo blocco di episodi.

La serie è prodotta da Clerkenwell Films e Dominic Buchanan Productions. I produttori esecutivi sono Murray Ferguson, Ed Macdonald, Andy Baker, Dominic Buchanan, Jonathan Entwistle e Charlie Covell. La produttrice è Jenny Frayn. The End of the F***ing World è una co-produzione di Netflix e Channel 4.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it