Unindustria punta sui giovani, in 200 a lezione con Albertini

Unindustria punta sui giovani, in 200 a lezione con Albertini

Obiettivo avvicinare scuole ad aziende e soddisfare le richieste del mercato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Avvicinare le scuole alle imprese. Potenziare la formazione. Orientare i giovani e le famiglie a una scelta più consapevole e in linea con le richieste del mercato. Questa la scommessa di Unindustria, che su questo argomento sta investendo molte energie: dai percorsi di formazione tecnica nelle scuole di Frosinone e Latina, alla nascita del primo istituto meccatronico del Lazio, sempre a Frosinone, fino al convegno di questa mattina a Roma, ‘Costruisci il tuo futuro: realizza il tuo goal’, che si è tenuto alla presenza di circa 200 ragazzi di istituti tecnici di Roma e del Lazio.

L’incontro di oggi si è svolto alla presenza del presidente di Unindustria, Filippo Tortoriello, del docente speciale Demetrio Albertini, ex stella del Milan e della Nazionale e ora capo del settore tecnico della Figc, di Maurizio Stirpe, vicepresidente dell’associazione, presidente del Frosinone calcio e anche della fondazione Its Meccatronico del Lazio, e di Gerardo Iamunno, presidente Piccola industria di Unindustria.

“La formazione dei giovani è fondamentale- ha spiegato Tortoriello– purtroppo sempre più spesso, dopo aver investito molto su di loro, non si riesce a usufruire di queste competenze perché molti dei nostri giovani se ne scappano all’estero. Il sistema delle imprese deve poter trovare nei giovani una risposta per poter essere competitivo. Abbiamo assoluta necessità di investire su di loro per capirne le esigenze ma allo stesso tempo per far capire loro le necessità delle aziende e attrarli nel nostro sistema industriale”.

“Per farcela bisogna essere attrattivi- ha spiegato Albertini a proposito delle caratteristiche che devono avere i giovani per riuscire nel mondo del lavoro– Bisogna anche provare un po’ di paura, che è fondamentale per fare un salto di livello. Ma bisogna essere soprattutto preparati, più degli altri, e desiderare un successo. Bisogna fare una scelta consapevole. Con impegno e volontà”.

“L’incontro di oggi si tiene ogni anno ma questo è il decennale- ha aggiunto Iamunno– sempre di più vogliamo avvicinare i giovani alle nostre imprese e far capire loro il valore aggiunto della nostra industria manifatturiera che ci fa essere la seconda potenza industriale in Europa e la settima nel mondo”.

Il prossimo passo sarà l’organizzazione di alcune giornate di formazione nelle scuole e nelle università di Roma e del Lazio, in collaborazione con la Camera di Commercio di Roma.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it