'Essere 4.0 Expo', Futuro Remoto torna con 33esima edizione

‘Essere 4.0 Expo’, Futuro Remoto torna con 33esima edizione

Dal 21 al 24 novembre a 'Città della scienza'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Siamo alla 33esima edizione di quello che è stato il primo festival della scienza in Europa. Ogni anno proviamo a fare qualcosa di nuovo. Saremo a Città della scienza, dal 21 al 24 novembre, con tutti i coorganizzatori che da anni ci stanno accompagnando in questo evento: tutti gli atenei campani, tutti i centri di ricerca nazionali e le loro reti territoriali, per presentare al pubblico un grande villaggio della scienza”. Così alla Dire Alessandra Drioli, responsabile dello science center di Città della Scienza a Bagnoli, presenta l’appuntamento con l’edizione 2019 di Futuro Remoto al via la prossima settimana.

La grande novità della nuova edizione è la presenza di “una mostra ‘Essere 4.0 Expo’ che – prosegue Drioli – nasce da una progettazione partecipata ed è dedicata al tema principale della manifestazione, a tutto quello che è il mondo dell’industria 4.0, ma con un’attenzione particolare a quello che questo significa nella vita quotidiana di tutti noi”.

Come di consueto ci saranno “molti eventi ad accompagnare Futuro Remoto. Accanto a dimostrazioni, laboratori, incontri, avremo anche conferenze spettacolo. Si parte con l’evento inaugurale dove ci sarà Petretti, accompagnato da Bungt&bangt, con un intervento dedicato alla lotta ai cambiamenti climatici, per poi avere un’altra serata dedicata al Dna con Telmo Pievani e Deproducers, infine una terza serata con l’istituto nazionale di fisica nucleare e il suo presidente che sarà sul palco con musicisti e personaggi dello spettacolo – conclude – per parlarci dell’universo in una scatola”.

Il programma completo della manifestazione è disponibile all’indirizzo:  www.cittadellascienza.it/futuroremoto/programma/ dove sono presenti le descrizioni in dettaglio di ogni appuntamento.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it