Portici, all'ic Santagata arriva l'educazione sentimentale

Portici, all’ic Santagata arriva l’educazione sentimentale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Dall’inizio di ottobre gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo 5° Santagata di Portici, attraverso disegni e poesie ma anche altre forme di espressione, hanno lavorato sul proprio benessere psicologico ed emotivo attraverso il progetto sperimentale ‘Educazione ai sentimenti EQ e mindfulness. Minore al centro attraverso l’ascolto del Disagio Emotivo come prevenzione attiva e sociale a quello deviante’.

I lavori dei ragazzi e i risultati del progetto sono stati presentati oggi nell’auditorium della scuola in occasione della premiazione di disegni e poesie sulle emozioni realizzati dagli alunni alla presenza dell’assessora alla Pubblica istruzione e alle politiche sociali della Regione Campania, Lucia Fortini, la consigliera regionale con delega alle Pari opportunità Loredana Raia, le assessore per le Pari opportunità e alla Pubblica istruzione del Comune di Portici, Grazia Buccelli e Maria Rosaria Cirillo, la presidente della Commissione pari opportunità della Regione Campania, Natalia Sanna e Marina De Blasio dell’Ufficio scolastico regionale.

Per le scuole elementari è stato premiato “L’alfabeto delle emozioni” un grande poster realizzato dagli alunni delle classi V. Per le medie è stata scelta “Essere felici”, poesia presentata sottoforma di fumetti di una chat: un modo originale di rappresentare i versi di cui è autrice Carolina Esposito, una studentessa della prima media.

“Con questo progetto – spiega il dirigente scolastico Nicola Di Muzio – abbiamo cercato di attuare un modello innovativo di formazione integrata che risponda all’esigenza di adottare adeguate strategie preventive al fine di proteggere gli studenti dai comportamenti devianti agendo direttamente sul disagio emotivo come forma preventiva attraverso l’’educazione all’affettività e al riconoscimento dell’Intelligenza Emotiva rispetto delle diversità e delle pari opportunità di genere e al superamento degli stereotipi di genere”.

I ragazzi sono stati aiutati e guidati alla conoscenza delle emozioni attraverso la meditazione con l’obiettivo di comprenderne il significato e la conseguente interazione con l’ambiente, i coetanei e gli adulti.

“Il progetto, la cui prima fase si conclude durante la 10ecima settimana del benessere psicologico, è finalizzato alla prevenzione del disagio in età evolutiva e di fenomeni che espongono al rischio i ragazzi come il train game, selfie estreme, il binge drinking, fire challenge (darsi fuoco per gioco), o blue whale, spesso espressione di stati di sofferenza” racconta la psicologa e psicoterapeuta Chiara Esposito, che ha curato l’iniziativa ricordando che “attraverso l’analisi e la comprensione delle emozioni ma anche con la meditazione, con l’aiuto di professionisti del settore, come psicologi e psicoterapueti, si è provato a rafforzare il ponte educativo tra le due agenzie strutturanti dell’individuo, la scuola e la famiglia”.

Il progetto sviluppato dall’Istituto comprensivo Santagata di Portici

“si aggiunge a tanti altri sul benessere psicologico attivi in molte scuole del territorio su cui la Regione Campania sta investendo molto”, afferma Fortini. “Dobbiamo stare molto vicini ai nostri ragazzi. La scuola – conclude l’assessora regionale – rappresenta assieme alla famiglia il più importante punto di riferimento”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it