A Frosinone il calcio è inclusione con progetto Unicusano

A Frosinone il calcio è inclusione con il progetto Unicusano

Ecco 'Smile', rivolto a bambini e ragazzi con disabilità intellettive
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FROSINONE – È stato presentato questa mattina, allo stadio Benito Stirpe di Frosinone, ‘Smile’, il progetto di studio, di inclusione sociale e solidarietà promosso dall’Università Niccolò Cusano insieme all’associazione ‘Smile amici di Ilaria’. Bambini e ragazzi, dai 6 agli 11 anni, con disabilità intellettive si ritroveranno due volte a settimana per giocare a pallone con le divise del Frosinone in una vera e propria scuola calcio.

La Facoltà di Psicologia dell’Unicusano, guidata dalla preside Gloria Di Filippo, avvierà uno studio sugli effetti che l’attività sportiva ha sui bambini con disabilità intellettive. Il gruppo di ricercatori dell’ateneo li seguirà sul campo, parteciperà agli allenamenti e registrerà i progressi. Il passo successivo, l’obiettivo finale del progetto, sarà quello di fare giocare nella stessa squadra i bambini con disabilità insieme ai coetanei per favorirne l’integrazione e la reciproca conoscenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it